Visita Mattarella in Calabria, Oliverio: “orgoglio e soddisfazione”

LaPresse/Fabio Cimaglia

LaPresse/Fabio Cimaglia

Il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, in vista dell’inaugurazione di domani pomeriggio alla Cittadella regionale di Catanzaro, che vedrà la presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha affermato all’Adnkronos: “soddisfazione, orgoglio e tanta emozione riempiono il mio cuore e quello di tutti i calabresi per la presenza del presidente Mattarella all’inaugurazione di domani della Cittadella regionale”. ”Saremo io come presidente della Regione e il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, con i componenti della giunta regionale ad accogliere il Capo dello Stato Mattarella e a fare da ‘ciceroni’ nella visita delle stanze principali della Cittadella – spiega Oliverioè una grande soddisfazione averlo qui, significa che il presidente pone una grande attenzione alla nostra regione e di questo siamo grati. Sarà una festa per tutti i calabresi e questa diventerà una data storica per la Calabria”. “Una sola ‘casa’, un unico punto di riferimento – continua Oliverioun’unica identità regionale con uffici che possono dialogare tra loro più facilmente, con più efficienza. Tra l’altro la Cittadella si trova sull’asse dei due mari e collegherà il Tirreno allo Ionio, tra Catanzaro e Lamezia Terme: quindi una posizione, possiamo dire, baricentrica, voluta proprio per ripensare il sistema territoriale regionale e renderlo più efficace ed efficiente”. “Tutto questo si colloca in un quadro di riorganizzazione dell’amministrazione regionale – prosegue il presidente della Calabria – anche nell’ottica di una spending review tanto che abbiamo ridotto i dipartimenti da 14 a dieci e abbiamo ridotto le strutture dirigenziali di oltre il 30% e proprio la realizzazione ed il trasferimento nella nuova sede ha acconsentito questa operazione di accorpamento e riduzione. In questo modo abbiamo risparmiato cinque milioni di euro – sottolinea Oliverio – risorse che utilizzeremo per il sostegno alle imprese, servizi e per ciò che serve all’economia della Regione”. “Sarà la casa di tutti i calabresi ed è un traguardo importante al raggiungimento del quale hanno partecipato tutti gli uffici regionali, hanno lavorato alacremente per affrontare e risolvere i problemi burocratici – sottolinea il governatore della Calabria - e tutti hanno lavorato tenendo conto del fatto che era necessario non produrre effetti nell’attività amministrativa della Regione”. “Per questo e per l’impegno profuso proprio nelle operazioni di trasferimento degli ufficio voglio ringrazionare profondamente tutti i dipendenti e collaboratori che hanno reso possibile tutto ciò: grazie per la loro disponibilità e sensibilità e per l’impegno profuso per il raggiungimento di questo importante traguardo“.