Una ri-“Fondazione” per salvare TaoArte

La Regione affida a Pietro Di Miceli il compito di iniettare nuova linfa e di programmare gli eventi futuri

teatro anticoValorizzare Taormina Arte attraverso una profonda rivoluzione della macchina organizzativa: è questo il mantra che da qualche tempo l’assessore regionale Anthony Barbagallo ripete a Palermo. Per ottenere il risultato agognato si pensa a trasformare l’ente in fondazione, come già abbondantemente preannunciato nei mesi passati, conferendo poi ad un commissario ad hoc – individuato in Pietro Di Miceli – il compito di allestire al meglio gli eventi futuri. Restano sullo sfondo i nodi immobiliari: far convivere la costituente realtà con le pretese economico-finanziarie di Comune, Regione, Provincia e Comune di Messina non appare un’operazione semplice e lineare.