Tragedia in Liguria, crolla palazzina ad Arnasco: 5 morti

Dramma in Liguria, esplode palazzina per una fuga di gas ad Arnasco

Crollo palazzoCinque morti e una donna ferita gravemente, ricoverata in ospedale. È il bilancio, che dovrebbe essere definitivo, dell’eplosione per una fuga di gas di una palazzina la scorsa notte nella frazione di Bezze, ad Arnasco nel Savonese. “Non abbiamo aggiornamenti sulla donna sudamericana trovata viva e ricoverata grave in ospedale, ma purtroppo le altre cinque persone sono state trovate morte“, ha riferito il sindaco di Arnasco,Alfredino Gallizia, a Rai News 24: “Al momento non possiamo sapere se nella palazzina c’erano altri opsiti, ma abbiamo accertato che dovrebbero esserci solo sei persone coinvolte. Se non c’erano ospiti il bilancio dovrebbe essere definitivo“. Il sindaco ha spiegato che “anche case abbastanza distanti hanno patito gli effetti dell’esplosione. Abbiamo iniziato i lavori per rimuovere i detriti e sui danni vigili del fuoco e tecnici faranno gli accertamenti dovuti valutando se ci sono case inagibili. Non si può escludere che non ci saranno sfollati, soprattutto tra chi abita nelle case adiacenti a quelle crollate“.

I nomi delle cinque vittime

Sono quattro uomini e una donna le persone morte nel crollo di una palazzina a causa di una fuga di gas nella frazione Bezzo nel Comune di Arnasco. Una donna è gravissima al centro grandi ustionati dell’ospedale Villa Scassi di Genova. Le vittime sono: Giovanni Ciliberti, 55 anni, nato a Novi Ligure (Alessandria); Marco Vegezzi, 49 anni, nato ad Albenga (Savona); Dino Andrei, 76 anni, nato a Prato;Edoardo Niemen, 71 anni, di Vigone (Torino); Aicha Bellamoudden, marocchina di 56 anni. Nellapalazzina, un edificio tipico ligure, in pietra, edificato oltre 100 anni fa e andato completamente distrutto, vivevano tre nuclei familiari. Niemen stavo ospitando Ciliberti; Andrei era con la sua compagna marocchina; Vegezzi, dipendente della Asl in servizio all’ospedale di Albenga, viveva in un appartamento con la donna sudamericana, rimasta gravemente ferita. Sul posto sono intervenuti 20 vigili del fuoco oltre alla squadra della polizia giudiziaria per accertare il perché della fuga di gas che ha generato l’esplosione con il conseguente crollo dell’edificio, avvenuto dopo le tre della scorsa notte. Il magistrato di turno della procura di Savona, Daniela Pischetola, ha disposto l’autopsia che verrà compiuta martedì prossimo.

La donna ferita in gravi condizioni

E’ una sudamericana di circa 50 anni la donna rimasta gravemente ferita nel crollo di una palazzina adArnasco. La donna è ricoverata al centro grandi ustionati dell’ospedale Villa Scassi di Genova (e non all’ospedale San Martino come scritto in precedenza). Secondo i sanitari, la sudamericana ha ustioni di terzo grado sull’80 per cento del corpo. Le sue condizioni, dicono i medici, sono disperate. La donna era stata trasportata in un primo momento all’ospedale di Pietra Ligure (Savona) e da qui trasferita con una eliambulanza dei vigili del fuoco all’ospedale genovese.

Fonte MeteoWeb