Soveria Mannelli (Cz): prorogati i contratti a tempo determinato per Lsu/Lpu

COMUNE DI SOVERIA MANNELLIProrogato per altri dodici mesi, e cioè fino al 31 dicembre 2016, il contratto a tempo determinato e part time (26 ore settimanali) per i diciassette lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità del Comune di Soveria Mannelli. A stabilirlo, all’unanimità, la Giunta guidata dal sindaco, Giuseppe Pascuzzi, che il 31 dicembre scorso ha effettuato la presa d’atto della circolare del dipartimento 7 – sviluppo economico, lavoro, formazione e politiche sociali – della Regione Calabria con la quale veniva data la possibilità alle Amministrazioni di effettuare la proroga per ulteriori 12 mesi (a decorrere dal primo gennaio 2016) dei contratti a tempo determinato e part time a 26 ore sottoscritti il 30 dicembre 2014 e valevoli dodici mesi a decorrere dal primo gennaio 2015 con Lsu e Lpu. L’Esecutivo Pascuzzi ha quindi ritenuto concedere la proroga ai lavoratori utilizzati dal comune del Reventino facendo loro sottoscrivere, così come previsto dalla normativa, i relativi contratti. In vista della scadenza, infatti, lo stesso dipartimento regionale aveva inviato ai vari Comuni una circolare nella quel erano fornite le istruzioni operative finalizzate alla proroga dei contratti che il Comune di Soveria ha recepito anche in considerazione del fatto che la Regione Calabria, viene ricordato nella delibera di Giunta, “dispone con legge regionale la copertura finanziaria a carico del bilancio della Regione medesima degli ulteriori oneri necessari per l’attuazione di quanto previsto al periodo precedente e assicura la compatibilità dell’intervento con il raggiungimento dei propri obiettivi di finanza pubblica”. Un piccolo segnale, quindi, da parte dell’Amministrazione comunale di Soveria Mannelli e che per il sindaco Pascuzzi rappresenta “una piccola boccata di ossigeno per queste famiglie in un periodo in cui la crisi non lascia tregua. Aver potuto concedere la proroga a questi lavoratori, che significa poter contribuire, anche se in minima parte all’economia del nostro territorio – aggiunge – , ci fa ulteriormente comprendere che la scelta del risanamento delle casse comunale su cui stiamo operando sin dal nostro insediamento è stata la scelta giusta, nonostante le difficoltà incontrate svolto sin dal nostro insediamento”.