Siderno sempre più ecosostenibile: pochi mesi all’avvio della differenziata porta a porta

Bidoni differenziataSi stanno definendo gli ultimi particolari utili ad avviare il progetto di raccolta differenziata porta a porta nella città di Siderno. Il progetto, che sarà preceduto dalla distribuzione agli utenti di materiale necessario e informativo, avrà decorrenza biennale con possibilità di rinnovo per una terza annualità salvo decisione, da parte del Comune, di internalizzare il compito di raccolta una volta risolto lo stato di dissesto economico. Sono già state individuate le percentuali minime di raccolta differenziata da raggiungere alla scadenza del primo e del secondo anno, pari al 55% entro il 31 dicembre 2016 e al 70% entro la stessa data del 2017, calcolabili sulla base del sistema di tracciabilità che sarà assegnato a ogni singola utenza. Questo sistema, che prevede l’apposizione di un sistema di tracciabilità a tutte le frazioni differenziate di rifiuti prodotti dalla cittadinanza, garantirà non solo un maggiore controllo che la differenziazione venga fatta nei termini previsti dalle normative presto comunicate, ma anche l’abbassamento delle tariffe della spazzatura per quegli utenti virtuosi nel sistema di raccolta (che, cioè, riusciranno a raggiungere la percentuale più elevata possibile di differenziazione e lo faranno nella maniera corretta) riducendo al minimo il numero di utenze “nere”, termine tecnico con il quale vengono indicate quelle persone la cui raccolta dei rifiuti non può essere monitorata. Tutte le utenze, naturalmente, saranno dotate di secchielli (mastelli) per carta e cartone (di colore blu), indifferenziato (di colore nero), organico (di colore marrone) e multimateriale (per la raccolta di plastica, alluminio, acciaio e vetro – di colore giallo) come da normative europee. I materiali da differenziare sono stati scelti sulla base di un criterio economico e di un accordo con il centro di valorizzazione a valle, di modo che, garantendo ove possibile l’accorpamento di materiali diversi, la cittadinanza possa limitare le difficoltà di condurre correttamente la raccolta e, soprattutto, possa garantire al comune di affrontare una spesa meno esosa. Con l’avvio del progetto, inoltre, sarà individuata una piattaforma destinata al recupero dei materiali differenziati facente parte del circuito Conai. In questo modo, maggiore sarà la quantità di materiale recuperabile proveniente dal centro urbano, maggiore sarà il contributo economico assegnato al Comune di Siderno per la possibilità di recuperare il suddetto materiale, una cifra che verrà successivamente reinvestita nel progetto di raccolta al fine di implementare la qualità del servizio. Grazie a questo progetto, che andrà ovviamente a rimpiazzare quello di raccolta differenziata stradale oggi affidata a Locride Ambiente, l’abbattimento delle spese di conferimento dei rifiuti garantirà di affrontare le spese iniziali relative al materiale da assegnare all’utenza. Dopo l’approvazione di tutti i passaggi amministrativi, il progetto, per il quale l’avvio con successo in forma sperimentale a Siderno Superiore ha garantito l’accorciamento dei tempi, è oggi già al vaglio della SUAP e dovrebbe partire al più tardi in primavera in tutte contrade della città.