Siderno (Rc): il Comune fa partire il bando di gara per garantire il servizio di Mensa Scolastica

REFEZIONE SCOLASTICA NELLA SCUOLA ELEMENTARE, BAMBINI SI SERVONO DA SOLI, SELF SERVICE, MENSA SCOLASTICA, SERVITA DALLA DITTA MILANO RISTORAZIONE - MENSA ATT QUERZE  - fotografo: FOTOGRAMMAL’Amministrazione Comunale di Siderno, al fine di assicurare il corretto svolgimento delle attività didattiche, premessa l’intenzione di garantire il Servizio Mensa Scolastica a scuola dell’infanzia e scuola secondaria di primo grado nei periodi compresi tra la data di aggiudicazione del bando e il 31/05/2016, tra il 17/10/2016 e il 31/05/2017 e tra il 16/10/2017 e il 23/12/2017, ha determinato, con delibera n° 1164 del 22/12/2015, di indire asta pubblica per l’affidamento del servizio di mensa scolastica per i periodi di tempo sopraindicati, per l’importo di pasto singolo posto a base d’asta di € 4,20 (Iva esclusa). Il bando di gara, che si svolgerà secondo le norme indicate nel Capitolato Speciale d’Appalto, che può essere consultato in allegato alla delibera, prevede di procedere mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa con esclusione automatica delle offerte anormalmente basse. Con la delibera in questione viene inoltre dato atto che le pratiche utili al corretto svolgimento del bando di gara sono già state affidate alla SUAP e che è già stata trasmessa, all’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici, la richiesta di convalida del Codice Identificativo Gara, ottenuto il quale il Comune potrà pubblicate il bando e i relativi allegati sul suo sito istituzionale, raggiungibile all’indirizzo www.comune.siderno.rc.it. Con la medesima determina viene inoltre comunicato che la spesa complessiva per l’operazione, ammontante a € 180.000 per tutto l’arco dei tre anni in cui l’appalto sarà considerato valido, verrà decurtata dalla voce “Mense scolastiche – prestazione servizi – fondi comunali” del Bilancio Finanziario 2015/2017 e che sarà soggetta alle variazioni nel bilancio comunale sulla base dell’approvazione del Piano Provinciale, a ripartizione delle somme dovute alla Provincia di Reggio Calabria.