Servizio “chi-ama bus”, 900 viaggi e 6 mila passeggeri. Incoraggiante anche il traffico tra l’Aeroporto di Reggio e Messina

Complessivamente sono stati trasportati quasi 6.000 passeggeri, di cui il 55% con veicoli 8 posti ed il restante 45% con mezzi di capacità superiore

aeroporto-dello-strettoSecondo gli ultimi dati d’esercizio, il servizio “CHI – AMA BUS” della Provincia di Reggio Calabria ha effettuato circa 900 viaggi: il 91% con veicoli a 8 posti, con un grado di riempimento di quasi il 50 % corrispondente ad un valore medio di circa 4 utenti a viaggio. Complessivamente sono stati trasportati quasi 6.000 passeggeri, di cui il 55% con veicoli 8 posti ed il restante 45% con mezzi di capacità superiore.  Non meno significativi sono i dati riferiti al servizio a chiamata sperimentale di connessione  diretta tra Messina  e l’Aeroporto dello Stretto,  attivato il 26 ottobre dello scorso anno in collaborazione con la società di navigazione “Caronte & Tourist” che ha offerto l’attraversamento gratuito dei veicoli  che assicurano il servizio. Fino ad oggi  sono stati trasportati 1.100 passeggeri: il 52% dallo scalo aereo verso la Città peloritana  e il 48% in direzione opposta.  Il servizio può essere attivato su prenotazione, in corrispondenza di tutti i voli programmati al “Tito Minniti”: il primo servizio della mattina viene offerto gratuitamente dalla Provincia di Reggio Calabria; di questa agevolazione ad oggi hanno usufruito  circa 170 passeggeri, il 15 % del totale. Il servizio “CHI-AMA BUS”, attivo in via sperimentale dal 20 luglio 2015,  viene svolto nella forma giuridica del NCC ( noleggio con conducente) da operatori che hanno aderito al Progetto PISL “Meglio Muoversi” attraverso la formula dell’Accordo Quadro. Il parco mezzi è composto da veicoli di capacità  tra  8 a 50 posti, la maggior parte dei quali di proprietà della Provincia, tra cui un mezzo  a 8 posti idoneo al trasporto di passeggeri a mobilità ridotta.  Quest’ultimo, con capacità superiore a 50 posti, è  stato  allestito per accogliere passeggeri su carrozzina. I collegamenti, principalmente,  si svolgono nell’ambito territoriale di Reggio Calabria – Villa San Giovanni, dove  hanno sede le autorimesse di due degli operatori che eserciscono il servizio; un altro operatore che ha aderito al servizio ha sede a Stilo, nel’ambito dell’Alto Ionio. Tra i poli attrattori principali c’è l’Aeroporto “Tito Minniti “di Reggio Calabria: il numero di viaggi con origine o destinazione l’aeroporto è pari al 42% del totale. Se l’analisi si estende ad un generico nodo di trasporto di valenza provinciale (Aeroporto, Porto, Stazioni Ferroviarie), inteso come origine o destinazione dei viaggi, risulta che il servizio “CHI – AMA BUS” funziona principalmente come servizio di connessione dell’ultimo miglio.  L’85 % dei viaggi erogati, infatti,  hanno origine o destinazione un nodo di trasporto di valenza provinciale ed i relativi passeggeri trasportati sono circa il 57% del totale. Altri poli attrattori sono le strutture sanitarie convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale,  le scuole di ogni ordine e grado, l’Università, e la località turistica di Gambarie. La località aspromontana, grazie alle abbondanti nevicate, nelle ultime settimane  è stata una meta privilegiata. A breve “CHI-AMA Bus”  sarà potenziato nelle fasce ionica e tirrenica grazie all’adesione al progetto di ulteriori operatori NCC, che andranno a coprire, in particolar modo, anche l’area grecanica e del basso ionio, al fine di mitigare le criticità del territorio in termini di accessibilità. Nelle prossime settimane, infine,  il PISL “Meglio Muoversi” vedrà il suo completamento con l’attivazione di “C’ENTRO”, che è un servizio di Car sharing e di promozione del Car Pooling in tutta la Provincia, anche con l’impiego di 3 auto elettriche. Ciò comporterà  la messa regime della Centrale Operativa provinciale, realizzata con le più avanzate tecnologie per la gestione e il controllo dei servizi di mobilità.