Roccella Jazz Festival: un grande successo per la musica e la fotografia al Jazzy Christmas

jazzychristmas (2)Si è conclusa con un grande successo la seconda edizione del Jazzy Christmas (25-30 dicembre), lo speciale invernale di Roccella Jazz Festival – Rumori Mediterranei, sotto la direzione artistica di Paola Pinchera e Vincenzo Staiano. Una sei giorni dedicata alla musica, nelle sue molteplici sfaccettature, dal 25 al 30 dicembre ha animato la cittadina di Roccella Jonica: numerosi concerti, importante affluenza e tanta ottima musica, a declinare i differenti aspetti del jazz. Main event di questa edizione il concerto di June & The Sionettes Gospel Singers e Roberta Alloisio, nella splendida cornice dell’ex Chiesa Matrice al Castello, appena restaurata e aperta per la prima volta al pubblico proprio in occasione del concerto. E ancora, l’anteprima europea di The Bell, il nuovo progetto di Ches Smith, Craig Taborn e Mat Maneri, la TAI NO-ORCHESTRA, Greta Panettieri, Roberto Cecchetto Core Trio, Luca Ciarla, Franco D’Andrea, Antonio Faraò e Rossana Casale, per citare alcuni degli artisti protagonisti di questa edizione. Grande importanza, come ogni anno anche all’aspetto visivo della musica: il concorso Roccella Jazz – Ten Years After ha raccontato attraverso le immagini gli ultimi dieci anni del festival. La commissione, composta dai fotografi Roberto Masotti e Silvia Lelli e dal giornalista e critico Gianmichele Taormina, ha decretato i vincitori: il premio speciale “Foto fuori concorso del decennio 2006-2015” è stato assegnato a Peppe Macrì, per alcuni anni fotografo ufficiale di Roccella Jazz e del festival romano “Una Striscia di Terra Feconda”. Il premio del concorso fotografico “Roccella Jazz—Ten years after” è stato assegnato, invece, al fotografo Fabio Orlando. La menzione di “Foto più rappresentativa dello spirito del Festival” è stata attribuita al fotografo Giancarlo Ferlito che da molti anni segue i più importanti festival del jazz italiani.