Roccaforte (Rc), si è riunito il 20 Gennaio il Consiglio Comunale in seduta pubblica

RoccaforteSi è riunito il 20 Gennaio presso la sala consiliare del comune di Roccaforte del Greco il Consiglio Comunale in seduta pubblica, sessione ordinaria. Ha aperto i lavori il Presidente del Consiglio, Antonia Chilà, trattando il primo punto all’ordine del giorno, relativamente all’Istituzione del Museo delle Tradizioni e dell’Arte Contadina (MTAC), inteso quale luogo preposto per lo svolgimento di specifica attività di informazione e formazione rivolta ai visitatori, che come realtà al servizio della collettività può contribuire a divulgare tradizioni, costumi e testimonianze del territorio. “Il nostro Comune – afferma il sindaco Penna – è proprietario di un edificio preposto, ossia la Casa Grecanica; pertanto, siamo in condizioni di poter concorrere con un nostro progetto per la nascita del Museo. Anche il paese è predisposto verso questo tipo di progetto, tant’è che molti cittadini intendono donare al Museo del materiale da esposizione Il Consiglio ha deliberato con voti unanimi di istituire il Museo delle Tradizioni e dell’Arte Contadina del Comune di Roccaforte del Greco. Relativamente al secondo punto all’ordine del giorno attinente agli indirizzi per la redazione del Piano per la Prevenzione della Corruzione 2016/2018 – Piano per la trasparenza 2016/2018 e aggiornamento del Codice di Comportamento dei dipendenti, ha relazionato il segretario comunale, Dr. Rocco Gilberto Artuso. Il Sindaco ha sostenuto in merito che a Roccaforte del Greco più che negli altri Paesi bisogna esprimere una sensibilità maggiore in questo senso, in quanto l’attività della nuova Amministrazione Comunale è incentrata soprattutto sul cambiamento di immagine: è l’indirizzo preciso della Giunta, lo stesso che si vuole dare ai dipendenti comunali, irrobustendo la cultura della legalità e trasparenza. Secondo il consigliere comunale Rocco Basile il metodo più semplice è l’osservazione delle leggi e dei regolamenti. Si può sbagliare ma si applica sempre la legge e le regole. Mi auguro che il passato serva da lezione per tutti. Il Consiglio ha approvato il Piano a maggioranza, i tre consiglieri di Minoranza, Pitasi, Palamara e Trapani si sono astenuti.

Approvati, invece, all’unanimità gli altri tre punti all’ordine del giorno:1Roccaforte
il terzo, relativo al DUP- Documento Unico di Programmazione; il quarto, relativo al rinnovo del contratto con la SUAP- Stazione Unica Appaltante ed il quinto, relativo alle proposte di riperimetrazione del Parco Nazionale dell’Aspromonte – Assemblea dei Sindaci/Ente parco del 29/12/2015. Noi siamo stati – ha sostenuto il Sindaco Penna – promotori di un incontro per la riperimetrazione del Parco su cui insiste gran parte del territorio di Roccaforte del Greco. Un Parco in cui, fino ad oggi, con responsabilità varie, ed anche per responsabilità pure nostra, per come si è amministrato negli anni precedenti, le nostre popolazioni hanno subito più limiti che opportunità. In questo momento il Parco ha prospettive positive e noi stiamo colmando l’assenza di dialogo che per anni ha riguardato il nostro paese. Io ritengo il Parco un’opportunità perché c’è la coincidenza della città metropolitana e noi stiamo lavorando per creare le condizioni; le criticità che possono sussistere noi cercheremo di risolverle. Sulla stessa linea d’onda anche il consigliere Basile secondo il quale una delle cose prioritarie per questo Comune è la viabilità inserita nel contesto del Parco. Per la minoranza il consigliere Palamara ribadisce l’importanza del Parco come opportunità positiva per il territorio e sostiene che bisogna partire al più presto con la riperimetrazione dello stesso. Più territorio all’interno del Parco – afferma il consigliere – non significa una positiva ricaduta sul territorio di Roccaforte del Greco o più finanziamenti.