Regione Calabria, Nicolò: “il sistema sanitario regionale è fuori controllo”

sanità“Il sistema sanitario regionale è fuori controllo ed è necessaria una forte assunzione di responsabilità politica per riportare ordine in un settore che divora il 50% del bilancio regionale e costringe, di converso, migliaia di calabresi a curarsi in altre regioni d’Italia”. Lo afferma in una dichiarazione il presidente del gruppo consiliare di Forza Italia, Alessandro Nicolò. “La vicenda dell’appalto a Kpmg, l’advisor contabile che ha in mano, nei fatti, i conti della nostra sanità – dice Nicolò – è l’ennesima pagina oscura di una vicenda che, da una parte contabilizza le perdite sulle spalle e sui sacrifici dei cittadini, dall’altra, procura danni e forme cancrenose di interesse senza che si metta un punto definitivo al sistema di controllo di gestione. L’emblema, per l’occasione, è fornito dalla situazione contabile dell’Asp di Reggio Calabria, una vera e propria jungla dei conti di cui non si riesce, da decenni, a risalire all’origine del ‘buco’, né a rimettere ordine una volta per tutte e ripartire con una situazione stabilizzata e veritiera. Che il presidente Oliverio alzi la voce sulla vicenda è questione condivisibile, ma non basta. E’ ormai maturo il momento – sottolinea Alessandro Nicolò – di assumere drastiche decisioni, senza guardare in faccia nessuno, e nello stesso tempo efficaci, per chiudere un modello gestionale che ha finora prodotto una voragine debitoria, tutta da verificare, e indotto una infinità di atti ingiuntivi senza soluzione di continuità. La politica, soprattutto nella sanità, deve ritrovare la sua funzione alta poiché l’obiettivo generale resta la salute dei cittadini che ha la primazia su ogni altra questione. I confronti di queste ore del presidente Oliverio con il dipartimento della salute ben vengano, ma il rischio, e lo dico per amara esperienza, è che si perpetuino procedure per le quali ‘la verità è altrove’. Da qui – dice ancora Nicolò – la necessità urgente di affrontare presto in Consiglio la sanità, poiché l’andamento dei conti dell’Asp di Reggio o l’ubicazione del nuovo ospedale di Cosenza sono argomenti che non riguardano i singoli territori, ma interpellano l’Assemblea legislativa nella sua più nobile funzione, quella programmatoria, e per corroborare, inoltre, efficacemente l’agire dell’Esecutivo, pur nel distinguo delle scelte politiche. E’ metodo, ma anche sostanza, e il presidente Oliverio rifletta con assoluta attenzione sul valore e sull’efficacia di talune scelte che possono trovare vera forza solo da un collettivo imprimatur del Consiglio regionale”.