Reggio, un lettore a StrettoWeb: “persistono i disservizi a San Cristoforo”

San Cristofo (1)

E’ indignato un lettore di StrettoWeb, Claudio Nucara, il quale scrive una lettera in cui descrive l’”odissea” del quartiere di San Cristoforo per via di vari disservizi accompagnati da incuria e degrado:

- Il 3 Aprile del 2015, i cittadini della frazione San Cristoforo avevano già segnalato i disservizi rionali.

I problemi persistono da cinque anni fin dal 2011, quando l’Amministrazione comunale dispose l’ampliamento dell’unica strada che collega il centro cittadino alle frazioni alte della città, sia la costruzione di uno svincolo che portasse in direzione del torrente Calopinace. Riguardo quest’ultimo, si sarebbe dovuto poi procedere nel realizzare una bretella che collegasse direttamente l’entroterra  alla  città, i lavori proseguirono a singhiozzo per circa un anno e mezzo per poi arrestarsi definitivamente.

-  Il 12 Maggio 2015, arrivano novità positive per San Cristoforo. Nella mattinata di martedì il sindaco Giuseppe Falcomatà, ha dichiarato «Con questo intervento vogliamo restituire dignità ad una zona che è stata abbandonata da anni» proseguiva: «vogliamo assicurare normalità ai cittadini che dal centro città devono raggiungere le loro abitazioni e che per troppo tempo hanno subito non poche difficoltà per raggiungere l’entroterra reggino».
i lavori dureranno 90 giorni e saranno continuamente monitorati, affinché non ci siano problemi», ha concluso il Sindaco Giuseppe Falcomatà.

Qualcosa si è mossa, dicono i cittadini, e si è proceduto a trasformare  una strada cantierata chiusa a parcheggio pubblico sterrato e l’illuminazione stradale ripristinata in parte. 

Nella zona di cantiere sin dal primo giorno sono stati eliminati i contenitore dei rifiuti e non esiste il porta a porta della differenziata, i cittadini sono costretti da anni a portarsi in macchina la differenziata accumulata in casa per poi svuotare altrove negli orari consentiti.

- Il 27 Novembre 2015 La Giunta Comunale ha apprSan Cristofo (1)ovato il progetto definitivo/esecutivo dei lavori di riqualificazione dell’ex Strada Provinciale San Cristoforo – Prumo (intervento di completamento lato monte). Si tratta di un provvedimento molto atteso dagli abitanti della piccola frazione cittadina. Complessivamente il progetto prevede una spesa di poco superiore ai 63 mila euro. Fondi interamente destinati alla strada sulla quale l’Amministrazione era già intervenuta qualche mese fa per la messa in sicurezza ed il ripristino del primo tratto. Dopo l’approvazione in Giunta, il progetto sarà adesso messo a bando e a breve potranno partire i lavori di riqualificazione dell’arteria cittadina.

“Un segno di attenzione nei confronti di un’area che risulta da tempo abbandonata a se stessa – ha commentato il Sindaco Giuseppe Falcomatà

-  Il 14 gennaio 2016, i cittadini lamentano che ancora oggi i loro figli percorrono il tratto di strada dissestato e senza marciapiede, in più, in curva sempre nell’area di cantiere, a due passi dalla parrocchia, non vi è alcuna protezione e/o segnalazione di pericolo. Quest’area di cambiamento nella nostra città non si evince, si pensa come in passato al centro storico, al prolungamento del lungomare di Reggio Calabria e abbandonare come sempre la nostra periferia, ora sicuramente ci sarà una replica come in passato del nostro Assessore competente Angela Marcianò che ci darà delucidazioni in merito. Ma i cittadini si chiedono: Ma è mai possibile che in questa città per far muovere una ruspa o far coprire una buca si deve sempre ricorrere ai mass-media? Noi ai mass-media vorremmo raccontare la Reggio bella e gentile come lo era una volta.