Reggio, tensione intorno lo stadio dopo la partita: timori di scontri tra tifosi, strade blindate dalle forze dell’ordine [FOTO]

caos

Momenti di tensione nelle strade intorno lo stadio Granillo a Reggio Calabria dopo la partita tra Reggina e Cavese. Circa 300 tifosi ospiti hanno seguito la Cavese a Reggio, non c’erano invece supporters del Messina come si era ipotizzato in settimana. Nonostante il gemellaggio tra Cavese e Messina, non sono arrivati tifosi messinesi allo stadio. Invece nella curva della Reggina c’era un gruppo di ultras della Salernitana, rivali della Cavese e gemellati con gli amaranto. Dopo la fine della gara, i tifosi ospiti sono rimasti a lungo nel settore ospiti. Le forze dell’ordine, però, hanno percepito strani movimenti e sono intervenuti mobilitandosi numerosi, blindando le strade fino all’imbocco del corso Garibaldi. Momenti di tensione in città, ma al momento non si registrano contatti tra le tifoserie.

Prima della partita, intorno alle 13:00, proprio nella zona dello stadio c’erano stati scontri tra tifoserie e per questo motivo polizia e carabinieri hanno alzato la guardia nel momento dell’uscita dei tifosi ospiti dallo stadio, scortati verso l’autostrada su un percorso alternativo rispetto a quello ordinario (viale Galileo Galilei e bretelle del Calopinace).

Reggio, disordini fuori dallo stadio: intervento di Carabinieri e Polizia evita il contatto tra le tifoserie