Reggio: stop al commissariamento della Camera di Commercio, soddisfazione unanime del direttivo di Confcommercio

camera_commercio_reggio_calabriaStop al commissariamento. Il Tar di Reggio Calabria ha accolto il ricorso congiunto di cinque associazioni di categoria e sospeso il commissariamento della Camera di Commercio reggina voluto dalla Regione che nello scorso mese di ottobre aveva inviato in riva allo Stretto il Commissario straordinario Francesco Venneri. È tornato al suo posto il Presidente facente funzioni Giovanni Santoro, insieme a tutti i Consiglieri camerali fino al prossimo giugno. Soddisfazione unanime dal direttivo dell’Associazione di categoria di via Castello, 4 ribadita anche dal vice vicepresidente della Confcommercio reggina Antonino Pedà, nonché Presidente provinciale F.I.G.I.S.C.: “Siamo stati tutti compatti in questa prima battaglia – ha commentato – Siamo soddisfatti che la Camera di Commercio ritorna ad essere amministrata dai legittimi organi elettivi e non da burocrati. Giustizia è stata fatta, ora i commercianti ritornano ad essere i veri protagonisti”. Per Francesco De Carlo, Presidente provinciale F.I.T., non c’era la necessità di arrivare al commissariamento della Camera di Commercio. “Anche il Tar ha confermato il percorso di legalità e rispetto delle norme. Un altro tentativo fallito nel mortificare l’Ente – ha aggiunto De Carlo – Siamo stati tutti compatti (Ascoa, Confcommercio, Confesercenti, Unimpresa, Conagricoltura) nel fare ricorso. Siamo ritornati a gestire il commercio dell’intera  provincia”.