Reggio, Raffa auspica l’interesse degli investitori russi sul Porto di Gioia Tauro

>>>ANSA/ARMI CHIMICHE A GIOIA TAURO, 'SIAMO POPOLO SERIE B'“All’ambasciatore russo Sergey Razov saremo felici di illustrare le grandi opportunità di investimento possibili nel territorio della provincia di Reggio Calabria, che ha bisogno di queste chance per diventare davvero, nella sostanza e non solo nella forma, una città metropolitana”. Il presidente dell’Amministrazione provinciale, Giuseppe Raffa, presenta così il convegno sulle sinergie istituzionali ed economiche tra Italia e Russia, che si terrà lunedì a Reggio Calabria. “Al centro di ogni ragionamento riteniamo che debba essere collocato il porto di Gioia Tauro – spiega Raffa -. Questa provincia ha un grande vantaggio competitivo rispetto al resto del Paese: il fatto di disporre del principale terminal container italiano e uno dei principali nel bacino del Mediterraneo. Riteniamo che proprio le potenzialità di Gioia Tauro, ancora oggi sfruttate in maniera molto limitata, possano costituire il motivo di maggiore interesse per eventuali investitori russi. Ma crediamo anche che un notevole impegno debba essere profuso in direzione della ripresa delle esportazioni verso la Russia. Le gravi sanzioni, su cui ci sarebbe molto da discutere, decise a livello europeo contro Mosca penalizzano pesantemente la bilancia commerciale del nostro Paese e soprattutto quel tessuto produttivo che, anche in Calabria, si fonda sulle eccellenze dell’agroalimentare. Se a tutto questo si aggiungono le difficoltà e le complicazioni generate dalla ipertrofica burocrazia europea e del nostro Paese, si rischiano di perdere ottime opportunità di rilancio per la nostra imprenditoria”. Il nostro auspicio – conclude il Presidente dell’Amministrazione provinciale – è trovare interlocutori attenti sia dal punto di vista istituzionale, sia soprattutto dal punto di vista economico. Le relazioni internazionali possono contribuire a dare impulso allo sviluppo del territorio”.