Reggio, petizione al parlamento italiano per la messa in sicurezza della SS106

SS106 (1)“Il Senato della Repubblica italiana ha comunicato allo scrivente, quale promotore della petizione riguardante l’ammodernamento della Ss 106 nel tratto ionico reggino compreso tra Reggio Calabria e Melito Porto Salvo, che la predetta petizione n.1497 è stata annunciata all’Assemblea del Senato nella seduta del 24 settembre 2015 ed è stata assegnata alla 8^ Commissione permanente (Lavori, pubblici, comunicazioni) competente per materia. Anche la Camera dei Deputati della Repubblica Italiana, nella seduta del 8 settembre 2015 ha assegnato la predetta petizione n.975 all’8^ Commissione Ambiente”, scrive in una nota Vincenzo Crea, referente unico dell’Ancadic Onlus. “Tale traguardo -prosegue- è stato possibile raggiungerlo grazie anche al particolare interessamento del Presidente dell’Associazione “Amici di Raffaele Caserta, Gaetano Pace, dell’Associazione “Codici” nella persona del Segretario Regionale Giuseppe Salamone, e del Presidente dell’Associazione “Basta vittime sulla 106”, Ing. Fabio Pugliese, che si sono prodigati a far sottoscrivere la petizione a numerosissimi cittadini. La comunicazione relativa all’assegnazione della petizione alle predette Commissioni -aggiunge- è un motivo di orgoglio e di soddisfazione per le associazioni sopra riportate e ci stimola a continuare con maggiore convinzione nell’azione dalle stesse da qualche tempo svolta a tutela della circolazione stradale e dell’incolumità pubblica e privata. Ringrazio innanzitutto i numerosi cittadini che senza esitazioni si sono presentati nei vari punti di “raccolta firme” e tutti i componenti delle associazioni sopra riportate e quelle da me rappresentate “ANCADIC e “Torrente Oliveto e i loro presidenti che non si sono risparmiati per far sì che la petizione andasse a buon fine. Mi riservo di comunicare ulteriori notizie non appena in mio possesso”, conclude.