Reggio, per il Comune è ancora Natale: gli addobbi sono ancora accesi e montati [FOTO]

Reggio: ancora accese le luminarie di Natale in diverse zone della città

luminarie natale (9)Tredici gennaio, l’Epifania che tutte le feste porta via è passata da ormai una settimana. Eppure per il Comune di Reggio Calabria è ancora Natale: nessuno smonta e spegne le luminarie e gli addobbi natalizi sul Corso Garibaldi e in molte altre aree della città. E non è soltanto una questione d’immagine, di decori fuori luogo e fuori tempo, ma anche una questione di spreco di soldi perché la luce costa e la pagano i reggini. Altro che risparmio… il Comune può permettersi addirittura di prolungare il periodo natalizio, e noi che pensavamo che avesse difficoltà di cassa!

luminarie natale (8)L’immagine che oggi Reggio offre di se’ è simile a quella dei paesi in cui le luci delle feste patronali rimangono montate e accese per settimane anche dopo la festa. Eppure non è stato un Natale particolarmente entusiasmante in città. Ad esempio l’Albero al Teatro Cilea che vedete nelle foto scattate la scorsa notte, adesso è acceso e illuminato ma è stato montato in grande ritardo, praticamente alla Vigilia del Natale, quando però il Mercatino Natalizio di piazza Italia aveva già dovuto chiudere perché il Comune non gli aveva rinnovato la concessione oltre il 23 dicembre. Per il Mercatino Natale finiva ancora prima di iniziare, per luci e addobbi è Natale ancora oggi!

luminarie natale (4)Eppure per rendere attraente la città nelle festività natalizie non è che ci voglia granché: senza andare troppo lontano, basta guardare cosa è accaduto a Cosenza. Un po’ di buona musica, tanti eventi e oltre 200.000 persone hanno festeggiato il Capodanno in strada nelle vie della città. Aggregazione, turismo, indotto e soprattutto sicurezza, perché non c’è neanche stato bisogno di un’ordinanza per vietare i botti che con la gente in strada non ha sparato nessuno e il modo per festeggiare è stato un altro, più sano. A Reggio, invece, il Sindaco ha vietato i botti con apposita ordinanza ma ha contemporaneamente autorizzato la regolare vendita dei botti con apposite bancarelle, e alla mezzanotte le strade della città erano deserte, ognuno festeggiava sparando dalle proprie abitazioni in barba al divieto.

Eppure, nella città ultima in Italia per qualità della vita, oggi è ancora Natale. Dopotutto fino ad ora ha fatto caldo, e che Natale vuoi che sia senza il freddo e la neve che arriveranno nel weekend? Ecco cosa stanno aspettando per smontarle e spegnerle: che anche il clima diventi invernale!

Ecco le foto scattate a Piazza Garibaldi, via San Francesco da Paola, al Teatro Cilea e sul Corso Garibaldi, immagini scattate la scorsa notte tra 12 e 13 gennaio: