Reggio, operazione Antibes: l’affiliaziane dei nuovi ‘ndranghetisti veniva con la benedizione del boss Franco

Colpita la locale di ‘ndrangheta della frazione Pellaro del capoluogo reggino, facente capo alla famiglia Franco

polizia (2)Oltre alla rete dei fiancheggiatori che avrebbero favorito il latitante Franco Giovanni in Costa Azzurra, le indagini della Squadra Mobile di Reggio Calabria avrebbero consentito ai magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria – guidata dal Procuratore Capo Federico CAFIERO DE RAHO – di contestare a 12 dei soggetti fermati il delitto di associazione mafiosa per avere preso parte, con ruoli specifici, alla locale di ‘ndrangheta di Pellaro di Reggio Calabria, quale articolazione territoriale dell’organizzazione criminale calabrese. Nel corso delle indagini che hanno portato all’esecuzione dell’operazione Antibes, sarebbero state intercettate conversazioni sulle affiliazioni di nuove leve alla locale di ‘ndrangheta di Pellaro, avvenute con la benedizione del boss FRANCO Giovanni, dal luogo di latitanza in Francia. A margine del summit dei battesimi di ‘ndrangheta, alcuni affiliati si sarebbero lamentati della mancanza di giovani da mettere nella strada.

Reggio, maxi blitz a Pellaro: le FOTO e i VIDEO degli arrestati. Colpito il braccio armato della ‘ndrangheta

Reggio, maxi blitz contro la ‘Ndrangheta a Pellaro: tutti i NOMI e le FOTO dei 16 arrestati