Reggio, la “Mediterranea” in visita presso la prestigiosa Università tedesca “J. Gutenberg” e presso la Commissione ed il Parlamento europeo

Mediterranea (2)Prosegue, senza sosta, l’attività di internazionalizzazione dell’Ateneo reggino (davvero secondo a nessuno ormai in Italia, per le opportunità di formazione all’estero che riesce ad offrire ai suoi studenti). Si è appena conclusa l’iniziativa organizzata dalle cattedre di Diritto privato europeo (prof. Viglianisi Ferraro) dell’Università Mediterranea e di Diritto civile e romano (prof. Peter Gröschler) dell’Università “J. Gutenberg di Mainz (Germania), in collaborazione col Centro Monoriti, col Movimento universitario Contaminiamo i Saperi e con le associazioni studentesche ARIA, Atena, Cuore Mediterraneo, Diritto 21, E.U.Re.Ca e New Deal, che ha consentito a 32 studenti reggini di vivere una indimenticabile full immersion nel mondo culturale ed accademico tedesco (dal 17 al 20 gennaio u.s.), e già ci si prepara ad una nuova, e storica, esperienza internazionale per circa 60 giovani dell’Ateneo calabrese (i quali dal 17 al 21 febbraio potranno visitare la Commissione ed il Parlamento europeo, oltre ad assistere ad un Seminario organizzato assieme ai docenti di diritto privato di una delle più importanti università europee: l’Université libre de Bruxelles). Un grande successo ha ottenuto, intanto, il viaggio in Germania, che ha offerto agli studenti del Dipartimento DiGiec di Reggio Calabria la possibilità di confrontarsi con colleghi e docenti del più antico e rinomato Ateneo del Land della Renania. Grazie alla straordinaria disponibilità del dr. Klaus Mayer (delegato Erasmus della Facoltà di Giurisprudenza della Gutenberg University), si è svolto il 18 gennaio un primo incontro di studio a più voci su “Trattamento sanitario e diritti della persona”, al quale hanno preso parte, con le loro ricche relazioni, anche i proff. Angela Busacca e Angelo Viglianisi Ferraro, dopo una dotta introduzione del prof. Peter Gröschler. Ma, l’esperienza formativa centrale si è svolta il giorno seguente con una interessantissima conferenza in materia di danno non patrimoniale (Italia e Germania a confronto), che ha consentito ai docenti reggini di ottenere gratificanti apprezzamenti pubblici dai professori tedeschi e dai loro allievi (mostratisi tutti particolarmente interessati a venire a svolgere brevi periodi di ricerca a Reggio Calabria). Tra meno di un mese, la formazione extra-accademica di carattere internazionale proseguirà nella capitale dell’Unione europea. Quanti intendono aderire al viaggio-studio a Bruxelles (al prezzo speciale convenzionato – inclusivo di volo a/r e alloggio – pari a 130 euro) sono invitati a contattare entro il 30 gennaio p.v. uno dei collaboratori organizzativi dell’iniziativa (Giuseppe Abramo, Domenico Crea, Pietro Fulco, Giovanni Giordano, Salvatore Ruggiero e Domenico Votano) o ad iscriversi al seguente gruppo facebook: https://www.facebook.com/groups/893770397397324/?fref=ts.