Reggio, la ghiandola della vita spiegata dal dr. Tromba

Libri, Tromba e ZerbiSi è svolta nella prestigiosa sede del Circolo di società di Reggio Calabria, la presentazione del testo divulgativo “L’abecedario della tiroide”, compilato dall’endocrinologo dott. Domenico Tromba. Nella piacevole atmosfera, allietata dalla musica di due brave pianiste, l’iniziativa voluta dal Consiglio del Circolo di Società e portata avanti dall’associazione mogli medici di Reggio Calabria, ha avuto un grande successo. Soci e non hanno gremito la sala e sono rimasti piacevolmente colpiti dalla semplicità con cui l’autore, nell’abecedario, ha trattato una patologia così complessa quale quella tiroidea. Una serata da ricordare per i presenti che hanno potuto fare tesoro delle preziose nozioni trasmesse dal dr. Domenico Tromba, che, con semplicità ed umanità, ma al contempo, con grande competenza, professionalità ed eleganza, è riuscito a spiegare, tanto agli addetti ai lavori che ai profani, come riconoscere, trattare e prevenire le patologie di una ghiandola, che ha oculatamente definito “una centralina del nostro corpo” e “la ghiandola della vita”. L’incontro è stato moderato dal dott. Giuseppe Zerbi, Vicepresidente del circolo, il quale ha rivolto un plauso all’autore per essere riuscito ad eliminare quelle barriere che, in passato, esistevano tra la medicina, il medico e il paziente. Il dott. Zerbi, ha evidenziato come nel libro e nelle parole dell’autore, vi sia grande professionalità ma al contempo grande semplicità e umanità. Ad aprire i lavori con i saluti di rito è stato il presidente del circolo, architetto Partinico. Soci ed ospiti hanno manifestato notevole interesse ad avere notizie su una patologia, quale quella tiroidea, che nel nostro territorio è endemica considerato che colpisce circa il 20% della popolazione. Il Presidente ha lodato l’autore che “oltre a fornire una guida semplice, corretta e sintetica, con messaggi facilmente decodificabili per tutta la popolazione, è riuscito ad attuare una meritoria opera di prevenzione nei confronti di una patologia che in Italia colpisce circa 6.000.000 di persone”. E’ toccato, quindi, alla dr.ssa Mariella Libri Costantino, Presidente dell’Associazione mogli medici di Reggio Calabria, introdurre l’autore attraverso l’illustrazione del curriculum. Al contempo, la dr.ssa Libri ha messo a fuoco alcuni punti dell’abecedario sottolineando lo scopo divulgativo del testo. L’autore, quindi, ha diviso la sua relazione in due fasi. Nella prima ha illustrato attraverso alcune slide cosa è la tiroide e le patologie correlate, come queste possono essere diagnosticate, trattate e prevenute. Nella seconda, invece, il dr Tromba ha spiegato le motivazioni alla base della redazione del testo, contenuto e finalità nonché ha fornito alcune nozioni in tema di prevenzione. “Ho voluto dedicare questo – ha sottolineato il dr. Tromba – a mio padre e mio suocero, due persone che non ci sono più, in quanto, come scriveva Platone, l’uomo non muore mai ma passa attraverso vari cicli. E queste due persone a me care sono in un altro ciclo della vita“. Sono seguiti numerosi interventi fra i quali quello del Prof. Nicola Alberti. ”Il dr. Tromba – ha affermato il prof. Nicola Alberti, già primario di chirurgia vascolare agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria - ha colmato un vuoto che ai miei tempi, non molto lontani, esisteva tra medico di base e chirurgo, e cioè una figura, un professionista, uno specialista capace di diagnosticare/curare/prevenire le patologie di questa importante ghiandola che veniva soltanto trattata chirurgicamente”. Ad evidenziare la valenza divulgativa del volume, sono intervenuti, fra gli altri, anche il vicepresidente dell’Ordine dei Medici di Reggio Calabria, dr. Giuseppe Zampogna e il prof. Agati.