Reggio, il Sul chiede lumi sul comportamento della Dirigenza Aziendale di Villa Betania

20091011_c1_villa_betaniaIl SUL di Reggio Calabria ha chiesto all’Osservatorio sui diritti e la legalità “Caterina De Stefano” “una verifica congiunta dei rispettivi Uffici Legali volta a comprendere se, nel comportamento della Dirigenza Aziendale di Villa Betania, si possano riscontrare estremi di reato tali da produrre un esposto circostanziato alla Procura della Repubblica”.

Il SUL ritiene che “la reiterazione di comportamenti che giudica lesivi della dignità e della libertà dell’organizzazione sindacale e dei lavoratori dipendenti, in particolare di quelli iscritti al SUL, costituisca un atteggiamento gravissimo non solo sul piano della giurisprudenza del lavoro (per la quale ha in corso un giudizio per comportamento antisindacale), ma anche per i danni che si arrecano ad una struttura sanitaria di importanza cruciale per tutta la sanità reggina e calabrese”.

Inoltre l’Ufficio Legale del SUL sta verificando “l’azione da compiere per obbligare Presidenza e organi dirigenti a rispettare le leggi e rispondere alle istanze di accesso agli atti che l’Organizzazione Sindacale ha inoltrato a Villa Betania su questioni vitali per la vita produttiva ed organizzativa e per la stessa sopravvivenza dell’Azienda”.