Reggio, gli Assessori Zimbalatti e Muraca: “la procedura sul Parco Caserta è limpida e cristallina”

parcocaserta“A chi chiede gli atti la grillina Federica Dieni? E, soprattutto, per farne cosa? La Deputata a cinque stelle ritiene forse di essere al di sopra della legge? O semplicemente ignora che la vicenda del Parco Caserta è quanto di più limpido si possa immaginare considerando che la struttura è stata affidata attraverso un bando pubblico gestito dalla Suap e sul quale si sono espressi fior di magistrati che hanno respinto, uno dopo l’altro, tutti i ricorsi presentati dopo l’assegnazione? Non sta certamente a noi difendere l’operato della magistratura, ma riteniamo inaccettabile che una Deputata della Repubblica, si spinga ad una dichiarazione pubblica in cui mette in discussione gli atti prodotti dai magistrati del Consiglio di Stato che, nel giugno dello scorso anno, hanno respinto il ricorso 1020 del 2015, proposto dalle Società non vincitrici del bando, tra le quali peraltro è presente anche la Società Sportiva Calabria, che si è resa protagonista delle dichiarazioni apparse sulla stampa negli ultimi giorni. A leggere le dichiarazioni della Deputata sembra quasi che il Comune di Reggio Calabria abbia operato una scelta arbitraria per l’affidamento della struttura”, scrivono in una nota gli assessori Zimbalatti e Muraca. “La Dieni probabilmente disconosce i contenuti dell’iter, proceduralmente ineccepibile, che ha preceduto l’affidamento del Parco Caserta, e quindi non sa che il Comune si è limitato semplicemente a prendere atto del vincitore del bando pubblico. Così come certamente disconosce il fatto che il Comune di Reggio Calabria, proprio per venire incontro alle esigenze sottolineate dal movimento del pattinaggio reggino, ha disposto tutti gli atti, sempre privilegiando la strada del dialogo, per individuare una soluzione alternativa in attesa del termine dei lavori sulla struttura, che sarà interamente riqualificata e riconsegnata alla città dall’ATI vincitrice del bando. A questo proposito-proseguono- lo diciamo più a beneficio dei cittadini che della Deputata Dieni, che sull’argomento evidenzia assoluta ignoranza, è bene affermare pubblicamente che a seguito delle numerose riunioni con i rappresentanti della Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio, il Comune di Reggio Calabria ha individuato la soluzione temporanea più idonea a garantire le esigenze sollevate. Una soluzione, peraltro già condivisa con i rappresentanti del movimento sportivo, che nei giorni scorsi, anche pubblicamente, hanno riconosciuto l’impegno del Comune sulla vicenda”, concludono.