Reggio, è partito il progetto “Nonni in Rete”. Lezioni presso l’aula informatica dell’Istituto T. Gulli

posteE’ partito oggi a Reggio Calabria il progetto “Nonni in Rete. Tutti giovani alle Poste”, il programma di alfabetizzazione digitale promosso da Poste Italiane e rivolto alla terza età per formare e rendere familiari anche ai più anziani l’uso del web e delle più moderne tecnologie di comunicazione. Gli speciali corsisti si sono ritrovati nell’aula informatica dell’Istituto T. Gulli, per le prime due ore di lezione. Il programma prevede 15 lezioni, della durata di due ore ciascuna, rivolte a cittadini di età superiore ai 65 anni, tenute da un docente affiancato da studenti, uno per ciascun allievo, e che forniranno ai partecipanti le competenze necessarie per utilizzare le nuove tecnologie. Dopo il progetto pilota, lanciato a luglio del 2015, l’iniziativa si estende in questa nuova edizione anche alle sedi di Catanzaro, Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Catania, Bari, Bologna, Firenze, Venezia, Caserta, Cagliari, Perugia, Mantova, Trieste, Treviso, Potenza, Asti, Ancona, L’Aquila e Aosta. L’iniziativa di Poste Italiane, realizzata in collaborazione con la Fondazione Mondo Digitale, specializzata nella promozione sociale dell’Agenda Digitale, conferma la grande attenzione dell’azienda ai progetti di responsabilità sociale e la sensibilità ai temi delle pari opportunità di accesso ai nuovi servizi. L’iniziativa ha il duplice obiettivo di favorire la vita attiva della generazione di terza età e agevolare l’inclusione dei cittadini nella transizione dall’economia tradizionale a quella digitale, abbattendo gradualmente il digital divide nel Paese. Con questo programma di alfabetizzazione digitale Poste Italiane sottolinea anche il contributo vincente dei giovani nel combattere l’esclusione sociale e tecnologica degli italiani over 65.