Reggio, ancora guai per il Comune: duro monito della Corte dei Conti, alto rischio dissesto finanziario

Palazzo San Giorgio, sede del Comune di Reggio Calabria, municipioDuro monito della Corte dei Conti nei confronti del Comune di Reggio Calabria, che non riesce a rispettare a pieno gli obiettivi fissati dal Piano di riequilibrio e adesso rischia seriamente il dissesto finanziario. Il disavanzo, in base ai dati al 31 dicembre 2014, è diminuito ad 87 milioni di euro come previsto dal Piano di Rientro, ma il problema è la riscossione delle tasse. La Corte dei Conti, infatti, in un apposito documento spiega che ”e’ evidente la notevole difficoltà dell’Ente nel riscuotere le proprie entrate. Al 31 dicembre 2014, non risulta che l’Ente abbia avviato procedure idonee per porre rimedio a tale situazione che rischia di compromettere con ogni probabilità il raggiungimento degli obiettivi che sono stati fissati dal Piano di riequilibrio“.

Nel documento che viene stilato dai magistrati, si legge che “le entrate correnti anche nel 2014 presentano un ulteriore peggioramento, seppur lieve, ma che conferma il trend negativo“.  Oggi i nodi vengono al pettine. All’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Falcomatà e l’Assessore al Bilancio Neri il compito di trovare una via d’uscita ad una situazione molto difficile.