Reggio, Albanese: “diffondiamo in città una nuova cultura della legalità”

palazzo san giorgio1A seguito degli inquietanti e molteplici episodi di intimidazione messi in atto dalla criminalità organizzata nei confronti di magistrati, imprenditori, giornalisti, amministratori e cittadini sia in ambito regionale che nel contesto della città metropolitana, prefigurando una recrudescenza del fenomeno malavitoso, nell’ultima seduta  il Consiglio Comunale  di Reggio Calabria ha approvato un ordine del giorno mirato a favorire, in città, la diffusione di una nuova cultura della legalità. “Si tratta di un documento – dichiara il consigliere del partito democratico, Rocco Albanese - che esprime la chiara volontà dell’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Falcomatà, di operare in modo articolato e concreto per affermare nei cittadini la consapevolezza che lo sviluppo civile e sociale di una comunità dipende dal grado di equilibrio che si stabilisce tra cultura dei diritti e cultura dei doveri”.

“La novità significativa che l’approvazione dell’ordine del giorno prevede -continua Albanese- è mirata a coinvolgere in questa azione di sensibilizzazione non solo i cittadini ma anche tutte le scuole presenti nel territorio cittadino, unitamente all’Università Mediterranea, poiché questo agire rappresenta senza dubbio una importante quanto necessaria premessa per dare maggiore forza e sostegno all’azione politica intrapresa dal Governo cittadino”. “Il documento, che è stato approvato all’Unanimità dal Consiglio Comunale, è volto a proseguire la linea politica tracciata dal Partito democratico a tutti i livelli per tutelare la legalità e affermare il valore dello Stato di diritto”. “Un altro passaggio particolarmente significato contenuto nell’Ordine del giorno – aggiunge ancora Albanese -  riguarda  la necessità di istituire un gruppo di lavoro omogeneo per valutare, assieme agli organismi e alle autorità preposte, le iniziative che il Comune intende adottare per garantire la massima serenità a svolgere le diverse attività amministrative e professionali”.

Si tratta - dice ancora Albanese- di un atto di indirizzo che l’Amministrazione Comunale ha voluto assumere non solo per rendere trasparente il suo agire politico-amministrativo, ma per ribadire che al Comune di Reggio Calabria, come ha più volte sostenuto il Sindaco Falcomatà, per il malaffare non c’è posto”.  “Il dialogo e la collaborazione che l’Amministrazione di Reggio Calabria ha inteso stabilire con l’Università Mediterranea, la Chiesa, le agenzie educative e le associazioni culturali e sportive presenti nel territorio cittadino, è stato fatto con l’obiettivo di realizzare una fase nuova, una sorta di alleanza, poiché attraverso un agire istituzionale omogeneo, sostenuto da un rinnovato spirito democratico e partecipativo, la cultura della legalità possa trovare le condizioni per affermarsi e radicarsi meglio nella coscienza dei cittadini”. “Siamo convinti – conclude Albanese -  che coniugare il rispetto delle regole con la ricerca del consenso, della partecipazione e della responsabilità, rappresenta un percorso virtuoso per realizzare gli obiettivi tracciati dall’Amministrazione Comunale”.