Reggina Calcio, il Sant’Agata diventa un Villaggio di Natale: quando il calcio è cultura, educazione e formazione [FOTO]

Reggina Calcio, al Sant’Agata feste di Natale all’insegna di sport e formazione: decine di giovani frequentano il Centro Sportivo amaranto durante le feste

Reggina Sant'Agata Natale 2015 (32)Il Centro Sportivo Sant’Agata della Reggina Calcio diventa un Villaggio di Natale e ospita, oggi per l’ultimo giorno, decine di ragazzi provenienti da tutta la Provincia in un vero e proprio “Campus” invernale all’insegna dei colori amaranto. Le attività sono state programmate per tutte le festività natalizie: due settimane a cavallo tra Natale e l’Epifania all’insegna del calcio visto come cultura, educazione e formazione. Tutti i giorni, infatti, decine e decine di ragazzini della Reggina Calcio si sono ritrovati al Sant’Agata dalle 09:00 del mattino alle 19:00 della sera, svolgendo varie attività.

playstation calcio reggina sant'agataAllenamenti nei campi da calcio, poi i compiti per le vacanze con l’aiuto degli istruttori che stanno diventando per loro molto più di una guida tecnica; pranzo tutti insieme nella mensa che ha ospitato i grandi campioni della storia amaranto, poi un po’ di svago con i tornei di playstation nei locali del centro sportivo, e poi ancora in campo per gli allenamenti pomeridiani.

Al Sant’Agata il calcio è cultura, educazione e formazione: domani si concluderà quest’attività natalizia con una giornata speciale. Saranno infatti i genitori dei ragazzi del Centro Sportivo a sfidarsi in partite di calcio, formando apposite squadre per tornei maschili e femminili. Sugli spalti ci saranno, per una volta, i loro figli a guardarli: potranno quindi ribaltarsi le posizioni convenzionali, e potranno essere i bambini a far notare ai genitori gli errori sul campo, lo stop sbagliato o l’errore a porta vuota, “vendicandosi” dell’atteggiamento di mamme e soprattutto papà troppo spesso ossessivi ed eccessivamente pretenziosi su quello che prima di tutto è un divertimento, una passione. Una giornata speciale, quindi, nel giorno dell’Epifania per ribaltare le “posizioni” all’insegna dell’aggregazione, del divertimento e – anche stavolta – dell’educazione. Non solo dei più piccoli, ma anche dei più grandi.

Ecco le immagini: