Patti, l’inchiesta sui servizi sociali ridimensionata dal Tribunale del Riesame

La sentenza dà torto alla Procura sulle esigenze cautelari. E’ il secondo colpo all’inchiesta

giustiziaIl Tribunale del Riesame di Messina ha rigettato i ricorsi presentati dalla Procura di Patti in merito all’operazione “Patti & Affari”. I pubblici ministeri non hanno persuaso i giudici della necessità di disporre le misure cautelari ai danni degli indagati. I soggetti coinvolti, è bene ricordarlo, finirono nel mirino della Procura nell’ambito di un’inchiesta sull’affidamento degli appalti per i servizi sociali nel distretto socio-sanitario D30. Fra gli indagati eccellenti figuravano i sindaci di Patti e Librizzi, Mauro Aquino e Renato Cilona. L’impianto accusatorio, fortemente ridimensionato al primo passaggio dal riesame, ha subito così una seconda stretta.