Palermo: prima comprano la pizza e poi chiedono il pizzo, arrestati

La Polizia di Stato ha tratto in arresto due cittadini di Palermo, accusati di tentata estorsione, in concorso

PoliziaE’ accaduto ieri sera a Palermo, dove la Polizia di Stato ha tratto in arresto due cittadini palermitani, Sergio Macaluso, 32 anni e Domenico Mammi di 40 anni, accusati di tentata estorsione, in concorso. Intorno alle 20, le pattuglie della Squadra Mobile e del Commissariato hanno notato la folta presenza di persone sull’uscio di un noto ristorante cittadino. Gli agenti, notando la folla, si sono fermati ed hanno ascoltato dai presenti il resoconto dell’accaduto: l’esercente sarebbe stato avvicinato dai due clienti entrati per ordinare una pizza da asporto; subito dopo aver pagato e ritirato la pizza, prima di uscire i due avrebbero rivolto al titolare dei concisi e perentori inviti a ”mettersi a posto e di cercarsi un amico”. Alla richiesta di chiarimenti da parte del titolare, i due avrebbero “reiterato la loro indicazione, corredandola anche di un particolare inquietante legato alla conoscenza della imminente apertura da parte dell’esercente di un secondo punto vendita in altra zona cittadina“. Dopo il rifiuto dell’esercente gli animi si sono accesi ed è avvenuto in quel momento il passaggio delle pattuglie di polizia, che ha impedito l’allontanamento dei presenti. Macaluso e Mammi, all’atto dell’arrivo degli agenti, avrebbero motivato le richieste con la loro indigenza familiare. I due sono stati tratti in arresto e sono in corso indagini per “capire se i due abbiano agito personalmente o se rappresentassero il terminale di più articolati interessi criminali“.