Neve sull’A3 “Salerno-Reggio Calabria”: dieci ore di odissea per gli automobilisti bloccati

“I bollettini meteo della Protezione civile della Regione Calabria da oltre 36 ore prevedevano neve fino a 200 metri sul livello del mare”

A3-Salerno-Reggio-01-420x420Gli automobilisti avventuratisi ieri sulla A3 (nel tratto interessato da nevicate) hanno vissuto dieci ore di odissea. ”Questa situazione era stata ampiamente preannunciata anche all’Anas con i bollettini meteo della Protezione civile della Regione Calabria che da oltre 36 ore prevedevano, nell’area colpita, neve fino a 200 metri sul livello del mare,” ricorda il capo della Protezione civile regionale Carlo Tansi. “Solo l’Anas, come previsto dalla legge, deve assicurare il transito veicolare rimuovendo la neve su una strada di sua proprietà” ma “non ha adottato alcun provvedimento preventivo per fronteggiare tale situazione“. “Avrebbe dovuto azionare spargisale alla caduta dei primi fiocchi di neve per evitare che attecchisse sull’asfalto“, ”solo a tarda notte hanno consentito alla Protezione civile di intervenire e portare aiuto alle persone ferme in autostrada, prima avremmo rischiato di intralciare i mezzi di soccorso“.

Anche il dirigente scolastico e venti studenti del Liceo classico “Telesio”, nel centro storico di Cosenza, erano rimasti intrappolati e sono stati aiutati a rientrare nelle loro abitazioni.