Messina, Tendagate. Ialacqua ancora nel mirino: intempestive le sue dichiarazioni

Una dura lettera viene indirizzata al sindaco Accorinti sull’operato del suo assessore, reo di aver sfiduciato il corpo dei vigili urbani peloritano

daniele ialacquaCon una nota indirizzata al sindaco, all’assessore Ialacqua e al comandante della Polizia Municipale, Carlo Abate e Gaetano Giordano – in rappresentanza del CSA – sono tornati sull’argomento Tendagate per esprimere parole di biasimo all’indirizzo dell’assessore all’Ambiente e agli stili di vita. Le perplessità della magistratura sulle dichiarazioni eventualmente mendaci dell’agente che operò a piazza Pugliatti porteranno agli accertamenti di rito: i due, però, stigmatizzano l’offensiva pubblica di Ialacqua, reo di aver sfiduciato in tal modo gli uomini del corpo che operano per il rispetto della legalità. Anziché optare per l’indagine interna, la Giunta ha prima supportato una manifestazione degli antagonisti e poi ha puntato l’indice contro le forze dell’ordine. Non esattamente un esempio positivo.