Messina, morte Provvidenza Grassi: ammesse le parti civili

Il processo contro i dirigenti del Cas inizierà a breve: intanto la Corte ha ammesso le richieste dei familiari della vittima, dei suoi congiunti e delle onlus che difendono i diritti dei consumatori

provvidenza grassi 2La famiglia Grassi, l’ex marito, il fidanzato Fabio Lo Schiavo e diverse realtà associazionistiche che si battono per la tutela dei diritti degli automobilisti: sono queste le parti civili ammesse dalla Corte nell’ambito del processo sulla morte di Provvidenza Grassi. A rispondere del decesso della ragazza saranno in primo luogo i vertici del Cas: Antonino Gazzarra, Antonino Minardi, Anna Rosa Corsello, Calogero Beringheri, Matteo Zapparata e Patrizia Valenti. Insieme a loro anche Benedetto Dragotta, Maurizio Trainiti, Felice Siracusa, Gaspare Scusa e Mario Pizzino. L’accusa, a vario titolo, è di omicidio colposo e rifiuto d’atti d’ufficio.