Messina, maxi-finanziamento contro il dissesto: pioggia di milioni su tutto il territorio

In provincia arriveranno i fondi del progetto. Il 2016 l’anno del risanamento?

osservatorio_la-mappa-italiana-del-dissesto-idrogeologicoContrastare il dissesto idrogeologico con interventi mirati e indispensabili: è questo il fine che il Patto per la Sicilia si prefigge, fornendo ai territori interessati laute risorse per attivare i cantieri sin da subito. Se complessivamente il progetto prevede uno stanziamento di 417 milioni, Messina – con le criticità riscontrate negli ultimi anni – intercetta una cospicua parte della liquidità inserita nel fondo. Quattro milioni andranno infatti utilizzati per l’erosione della costa in città, fra Galati e Santa Margherita. Tre milioni e mezzo sono destinati agli interventi fra Casablanca e Tono ed un milione e 400mila euro andranno a Santa Teresa. Sempre in provincia, poi, due milioni verranno incassati dal Comune di Taormina, 5 da Gioiosa e Rometta, 2 e mezzo da Furci, Casalvecchio Siculo e Limina, 4 da Fiumedinisi. E ancora un milione per Roccalumera, un milione e mezzo per Scaletta e Sant’Alessio e ben 19 milioni per i lavori alla costa di Patti.