Messina, manutenzione stradale: la regione sblocca i fondi Fas

Sette milioni di euro destinati alla Città Metropolitana frutto della programmazione 2000/2006

buche (1)La Giunta regionale, nel corso della seduta del 21 gennaio scorso, su proposta dell’assessore alle Infrastrutture e ai Trasporti Giovanni Pistorio, ha approvato la deliberazione relativa alla ripartizione alle province dei fondi per la manutenzione stradale. La somma complessiva, riservata alle nove ex Province regionali e derivante da stanziamenti Fas 2000/2006 destinati ad interventi nel settore stradale di competenza, ammonta a 49,7 milioni di euro; alla Città Metropolitana di Messina sono stati assegnati 7 milioni 328mila euro.

Sono da smentire, pertanto, le notizie apparse su alcuni organi di stampa che annunciavano l’esclusione di Palazzo dei Leoni dalla suddivisione del fondo per mancata trasmissione degli atti richiesti dalla Regione, documentazione regolarmente inviata a Palermo il 19 gennaio scorso.

La dotazione finanziaria destinata alle altre otto Province è stata così suddivisa: Palermo 9.940.615,71 euro; Catania 8.445.050,08 euro; Agrigento 4.996.650,49 euro; Siracusa 4.505.087,04 euro; Trapani 4.503.098,92 euro; Caltanissetta 3.610.431,63; Enna 3.450.884,74; Ragusa 2.923.038,05.

La ripartizione, che è stata decretata in base a criteri oggettivi quali la superficie del territorio di ogni singola provincia, la popolazione residente ed il chilometraggio delle strade provinciali, costituirà una indispensabile boccata d’ossigeno per la manutenzione della viabilità secondaria isolana messa in crisi dai tagli ai bilanci derivati dalle recenti manovre finanziarie che hanno particolarmente colpito le ex Province.