Messina, l’Irccs nel mirino dei Cinque Stelle: presentato un esposto all’Anac

Cantone riceve l’ennesimo fascicolo sulla città di Messina: i grillini all’attacco sulla scarsa trasparenza del sito

Foto 1 IRCCS Neurolesi Bonino-PulejoUn esposto all’Autorità Nazionale Anti-Corruzione: a questo sono ricorsi gli esponenti del Movimento Cinque Stelle Francesco D’Uva, Alessio Villarosa, Giulia Grillo e Valentina Zafarana per denunziare le presunte inadempienze del Centro Neurolesi rispetto alle prescrizioni imposte dalla legge Severino. I bilanci degli ultimi anni non sarebbero visibili sul sito dell’Irccs, laddove mancherebbe anche la nomina del direttore amministrativo. “Non riusciamo proprio ad immaginare come un Istituto che non pubblica i bilanci da anni, possa gestire in modo efficiente e trasparente il pronto soccorso generale ed i reparti di supporto che erano del Piemonte. La ormai famigerata ‘cittadella della salute’ nasce in un clima di oscura omertà che ricorda tanto operazioni discutibili del passato subite dalla popolazione messinese” afferma Zafarana ormai in prima linea contro il ddl varato dall’Ars col beneplacito della Giunta Crocetta.