Messina, le opere di 21 fotografi in mostra al Monte di Pietà dal 3 al 28 febbraio

Le 108 immagini selezionate vedono fianco a fianco autori noti ed emergenti, e stili diversi capaci di attraversare per intero il Novecento e oltrepassarlo

MESSINA_PORTOVariazioni sul tema. Variazioni in immagini fotografiche, firmate da 21 autori diversi. L’occhio dei fotografi, supportato dal bando-progetto firmato da Luigi Giacobbe (storico dell’arte e dirigente della Soprintendenza dei Beni Culturali di Messina), ha colto – e reinventato – il Mito per eccellenza: lo Stretto di Messina, il mare “dentro” le terre. La selezione delle immagini è stata curata da una commissione composta, oltre che da Giacobbe, da Francesco Mento (fotografo e docente Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria) e da Gianfranco Moraci (designer e comunicatore). Le 108 immagini selezionate vedono fianco a fianco autori noti ed emergenti, e stili diversi capaci di attraversare per intero il Novecento e oltrepassarlo (si va da Paolo Pergolizzi, classe 1942, e Mimmo Irrera, 1947, ad Antonio Fede, 1992, e Giovanni Chillemi, 1995). E raccontano – come da titolo della mostra a ingresso gratuito che le presenterà al pubblico dal 3 al 28 febbraio al Monte di Pietà di Messina – le “Visioni del Mito” quasi a comporre un vero e proprio ”Atlante fotografico dello Stretto di Messina”. L’esposizione – organizzata da Team Project nell’ambito delle manifestazioni de “Le Scalinate dell’Arte”, progetto pluriennale con il Comune di Messina come capofila e la società Team Project come partner, finanziato nell’ambito del Po Fesr Sicilia 2007-2013 – è curata da  Luigi Giacobbe e Mosè Previti (critico d’arte e creativo). L’allestimento è di Giuseppe Motta. Firmati Stampa Open progetto grafico e  stampa del catalogo che raccoglie i testi critici dei due curatori e un intervento di Giovanni Lucentini, presidente di Team Project e ideatore de “Le Scalinate dell’Arte”. A esporre saranno i messinesi Achille Baratta, Giovanni Chillemi, Giovanni Coccoli, Antonio Fede, Giancarlo Granei, Enrico Guerrera, Mimmo Irrera, Alessandra Lanese, Stefano Marino, Vincenzo Nicita, Sebastiano Occhino, Daniele Passaro, Paolo Pergolizzi, Ignazio Pandolfo, Silvio Ruvolo, Santi Smedile, Franco Trifirò, Samuel Tuzza e Gianmarco Vetrano e Antonio Aloisi da Spoleto, Daniele Chitè da Napoli, Ignazio Pandolfo da Erice. L’inaugurazione si terrà mercoledì 3 febbraio alle ore 18:30 al Monte di Pietà. Insieme con i fotografi, interverranno Renato Accorinti, sindaco di Messina, Tonino Perna e Sergio De Cola, assessori Comune di Messina, Filippo Romano, commissario Area Metropolitana di Messina, Giovanni Lucentini, coordinatore del progetto “Le Scalinate dell’Arte”, Luigi Giacobbe e Mosè Previti, curatori dell’esposizione. “Visioni del Mito. Atlante fotografico dello Stretto di Messina” è la prima delle esposizioni organizzate nell’ambito del programma di iniziative da “Le Scalinate dell’Arte”. Seguiranno, tra l’altro, l’antologica di Bruno Samperi, la mostra di inediti di Felice Canonico, una perfomance artistica live, l’antologica di Lillo Messina.