Messina, l’Amam interviene al Ritiro e a Paradiso: eliminata la perdita di liquami

La fragilità della rete fognaria resta sullo sfondo: la cessazione del contratto di affidamento esterno dei servizi di espurgo non induce ottimismo

liquamiDue ferite che deturpavano il territorio della V Circoscrizione sono state, finalmente, sanate. Il continuo versamento di liquami fognari nel torrente Tara, in località Ritiro, e nella spiaggia di Paradiso in prossimità dell’area ex Caruso, hanno rappresentato per anni, uno sfregio alla vivibilità di quei luoghi ed alla dignità dei cittadini.  In seguito alle incessanti sollecitazioni del Consiglio Circoscrizionale, i tecnici dell’AMAM hanno eliminato gli inconvenienti che determinavano la fuoriuscita di liquami a cielo aperto. Nel caso di Ritiro sono stati sostituiti diversi metri di condotta fognaria ammalorata sia sul torrente Tara che lungo la via Palermo. A Paradiso, invece, si è trattato di convogliare nella rete comunale alcuni scarichi fognari che finivano sull’arenile. Nei prossimi mesi proseguirà la collaborazione tra gli Uffici Circoscrizionali e l’ufficio tecnico dell’AMAM, guidato dall’Ing. Alessandro Lo Surdo, per eliminare ulteriori inconvenienti legati alla fragilità della rete fognaria comunale. Desta, tuttavia, preoccupazione quanto appreso recentemente circa alla cessazione del contratto di affidamento esterno dei servizi di espurgo. Detto contratto è scaduto l’11 gennaio e, a quanto pare, non è stato predisposto dall’Azienda Meridionale Acque un ulteriore contratto di affidamento. Nella giornata di ieri, la Presidenza della V Circoscrizione ha inoltrato una nota al Presidente dell’AMAM ed al Sindaco della Città per sollecitare il superamento del problema e garantire il ripristino di un servizio essenziale in quanto connesso ad aspetti igienico sanitari. Rimangono, infatti, numerose le segnalazioni dei cittadini e le quotidiane richieste di intervento per occlusione della rete fognaria.

[foto d'archivio]