Messina, la Filcams dice no: sulla refezione le misure della Giunta paiono insufficienti e tardive

Duro comunicato da via Peculio Frumentario: il problema non è risolto, semplicemente rimandato

filcams-cgil al rettoratoIn relazione al comunicato dell’assessore Panarello, la Filcams CGIL di Messina esprime tutte le perplessità sul percorso che sta intraprendendo l’amministrazione Comunale. “Riteniamo- sostengono Carmelo Garufi, Segretario generale della Filcams CGIL, e Francesco Lucchesi, della Segreteria Provinciale, – che la decisione appena assunta sia tardiva e non risolutiva del problema. Tale provvedimento doveva essere assunto a tempo debito e non ad un giorno dall’interruzione del servizio.  Se era così semplice risolvere il problema perché aspettare l’ultimo minuto per trovare una soluzione. Così facendo la refezione scolastica subirà inevitabilmente un interruzione e non sarà garantita la continuità del servizio per i piccoli utenti e la continuità reddituale per i lavoratori impegnati nel servizio”. Inoltre – prosegue la Filcams CGIL – più volte in passato erano state sollecitate soluzioni strutturali. Stante l’assenza di riscontri domani, a partire dalle ore 9.30 presso il Comune di Messina, si terrà un presidio di tutti gli addetti impegnati nel servizio di refezione scolastica al fine di avere risposte concrete e cogenti sul proseguo del servizio.