Messina, intimidazione mafiosa al Cep: spari contro i parenti di un pentito

Sei colpi di pistola sono stati esplosi all’indirizzo del figlio e del nipote di Iano Ferrara. L’azione criminale nel primo pomeriggio in via Rosario Livatino

1323058-PistolaSono stati raggiunti da sei colpi di pistola mentre si trovavano a bordo della propria vettura: Gabriele Ferrara, 21 anni, e Francesco Ferrara, 23 anni, sono le vittime di un’intimidazione mafiosa vecchio stile, perpetrata nella zona del Villaggio Cep. L’atto, per osceno che possa apparire, si è consumato nel primo pomeriggio in via Rosario Livatino. I due sono rispettivamente figlio e nipote di Iano Ferrara, già referente di Cosa Nostra nel rione, finito in manette nel 1994 e recentemente pentitosi. Le loro condizioni non destano preoccupazione: scongiurato il pericolo di vita, sono stati entrambi ascoltati dagli agenti affinché potessero ricostruire le dinamiche di quanto avvenuto.