Messina, inaugurato il Master in “Disturbi dello spettro autistico”

Il percorso formativo risulta altamente professionalizzante ed è unico nel suo settore in Italia. Oltre quaranta gli iscritti, provenienti soprattutto dal Sud Italia

autismo2Si è tenuta oggi presso l’Accademia dei Pericolanti la lezione inaugurale, a cura del prof. Antonio Persico, del Master di I livello in “Disturbi dello spettro autistico”, diretto dalla prof.ssa Antonella Gagliano e organizzato dal Dipartimento di Scienze Pediatriche, Ginecologiche, Microbiologiche e Biomediche dell’Ateneo e dal Centro Studi di neuroriabilitazione “DISMED Onlus”. All’incontro hanno preso parte, inoltre, il prof. Emanuele Scribano, Prorettore Vicario, il prof. Filippo De Luca, vice Direttore del Dipartimento di Patologia umana dell’adulto e dell’età evolutiva “Gaetano Barresi” e il prof. Filippo Livio, Presidente del centro “DISMED Onlus”. Il prof. Scribano, nel porgere i saluti inaugurali, ha sottolineato come l’autismo sia un problema sociale per la cui soluzione, tutte le istituzioni devono collaborare per dare risposte alle esigenze delle famiglie coinvolte. Il prof. Persico, ordinario di Neuropsichiatria infantile e tra i maggiori studiosi a livello internazionale dei fenomeni legati all’autismo, ha sottolineato che gli obiettivi del Master sono l’incremento delle conoscenze teoriche sulle più efficaci tecniche di intervento e l’implemento della capacità di gestione terapeutica dei soggetti con Disturbi dello Spettro Autistico nelle diverse età della vita. “Si tratta di una patologia sempre più diffusa- ha aggiunto- e per ridurre gli effetti del disturbo primario, appare fondamentale un intervento precoce, specifico e prolungato che riduca l’impatto del disturbo sullo sviluppo delle principali funzioni cognitive e addattive”. Il Master ha lo scopo di formare operatori altamente competenti nella gestione degli approcci terapeutici di dimostrata efficacia, come l’analisi applicata del comportamento (Applied Behavior Analysis/ABA), il TEACCH (Treatment and Education of Autistic and Communication Handicaped Children) e il Modello Denver (Early Start Denver Model/ESDM). Il percorso formativo risulta altamente professionalizzante ed è unico nel suo settore in Italia. Oltre quaranta gli iscritti, provenienti soprattutto dal Sud Italia.