Messina, Gioveni e Cardile contro l’Amministrazione: il sindaco docente tradisce le scuole

Polemiche sulla Ettore Castronovo di Bordonaro: la mancata programmazione lascia al freddo gli alunni per almeno un’altra settimana

scuola bordonaro ettore castronovo (5)Libero Gioveni e Claudio Cardile, nella duplice veste di consiglieri comunali e di genitori, hanno indirizzato una lettera al sindaco e all’assessore alla Pubblica Istruzione per denunciare il persistente malfunzionamento dell’impianto di riscaldamento nel plesso scolastico “Ettore Castronovo” di Bordonaro. I due esponenti del consesso civico hanno manifestato il proprio disappunto misto a incredulità nell’apprendere dagli addetti ai lavori che la disfunzione si protrarrà almeno per un’altra settimana a causa del guasto di una scheda elettronica delle caldaie. “E’ inconcepibile che non sia stata effettuata per tempo un’adeguata programmazione della manutenzione degli impianti, così da poter ordinare tempestivamente i pezzi guasti e/o mancanti” notano i due imputando alla Giunta la gravità della situazione. A ciò si aggiunga “lo sconcertante scenario che ogni mattina è sotto gli occhi di tutti (genitori, alunni, docenti) negli spazi esterni all’Istituto, dove i margini del cortile sono diventati le sterpaglie e la strada interna all’Istituto si è ridotta a una mulattiera. Una situazione che farebbe vergognare la peggiore delle Amministrazioni e dovrebbe fare arrossire ancora di più un sindaco-docente”. Da qui l’invito sia ad avviare una seria riflessione politica sull’esperienza di governo sin qui maturata sia a risolvere immediatamente le problematiche indicate.