La reggina Angelica Piromalli vince il premio “Totuccio Catanese” nella categoria canto moderno

Angelica: “ho molti sogni nel cassetto ma uno su tutti domina il mio futuro: essere felice. E lo sono cantando”

AngelicaLa reggina Angelica Piromalli vince il premio “Totuccio Catanese” nella categoria canto moderno aggiudicandosi anche il Premio Assoluto in tutte le categorie. La kermesse, patrocinata dal Comune di Villa San Giovanni e organizzata dal M.A.S.C.I. con la direzione artistica del professor Roberto Oppedisano, oltre a voler ricordare il docente Totuccio, promotore di diverse iniziative in campo musicale e non, ha lo scopo di valorizzare i giovani talenti, in ambito musicale, presenti sul territorio. E non è stato per nulla facile il compito della giuria tecnica composta da professionisti della musica classica e moderna quali Andrea Calabrese, Annamaria Cassone, Roberto Oppedisano, Amelia Aguglia, Alessandro Tirotta, Carmelo Quagliata,tutti docenti del Conservatorio, che alla fine, hanno decretato all’unanimità, per la seconda edizione del concorso, la vincitrice Piromalli. In ogni esibizione, si muove velocemente e fluidamente grazie ad una voce piena, ben supportata, sostenuta ed acuta che poi evolve verso quelle armonie caratterizzate da un’intonazione impeccabile. La sua dizione e il fraseggio sono ineccepibili e nel suo cantato alto spicca prepotentemente la naturale risonanza e profondità della sua voce naturale. Nonostante la sua giovane età, Angelica è riuscita a conquistare un pubblico eterogeneo grazie ad un timbro sorprendentemente sofisticato. Le abilità vocali della giovane incantano e lasciano trasparire l’emozione di una promessa della musica che lancia la sua sfida all’universo musicale quasi per caso. Angelica ha sul volto l’entusiasmo di chi è agli esordi e crede in ciò che fa, pur avendo l’impressione di un gioco, e dopo ogni vittoria ringrazia chi la sostiene quotidianamente: i maestri Maria Luisa Pirrotta docente di canto moderno e lirico e Pino Pirrotta musicista,compositore, autore ed arrangiatore per le migliori major artistiche. Angelica inizia a cantare sin da piccola nel coro della chiesa per poi partecipare ad un concorso locale vincendo il primo premio all’età di 11 anni. La sua anima soul conquista subito gli addetti ai lavori e al festival della canzone inedita popolare “Fico d’India d’argento” vince non solo il primo premio ma anche quello della critica consegnato dal grande Cino Tortorella (il mago Zurlì dello “Zecchino d’Oro”). Successivamente, partecipa alla kermesse “Giovani voci festival” per adolescenti e ragazzi vincendo il primo premio nella sua categoria e da qui, è ospite in numerosi eventi canori e non, come “La Vela d’Oro”, “Star per una notte” e tanti altri. Angelica continua a studiare e a perfezionarsi, e all’età di 12 anni, ripartecipa al “Fico d’India d’Argento” con un altro inedito aggiudicandosi anche sta volta il premio critica. La sua è una voce che non passa inosservata e il “Premio Sicilianità” come artista dell’anno ne è una conferma. I progetti da realizzare sono tanti ma a breve la giovane cantante inciderà il suo primo inedito per poi partire per un lungo tour che la vedrà impegnata in concorsi canori nazionali e all’estero. “Ho molti sogni nel cassetto ma uno su tutti domina il mio futuro: essere felice. E lo sono cantando” – afferma Angelica.