Immigrazione, riunione a Reggio per far fronte alle criticità

Oliverio in visita baraccopoli di san Ferdinando (22)Il prefetto di Reggio, Claudio Sammartino, ha presieduto nel pomeriggio una riunione finalizzata a definire le iniziative per superare le criticità della tendopoli di San Ferdinando e cercare di far inserire nel tessuto sociale i migranti. “Primo obiettivo - ha affermato il prefetto- nell’immediatezza, è la bonifica del sito: la rimozione dei ripari di fortuna realizzati dagli immigrati, la sostituzione delle tende, il ripristino dei servizi igienico-sanitari”. Nel corso della riunione, presenti il direttore centrale dei servizi civili per l’Immigrazione del Ministero dell’Interno, il responsabile della Protezione civile calabrese, la Regione e la Provincia di Reggio, i Commissari straordinari di San Ferdinando e di Rosarno, il Questore di Reggio, il Comandante provinciale dei Carabinieri, i presidenti nazionale e regionale della Croce Rossa Italiana e associazioni di volontariato – è detto in una nota della Prefettura – “il Ministero si è impegnato a valutare le richieste di contributo dei Comuni di San Ferdinando e di Rosarno per far fronte alla gestione dei servizi essenziali e alle istanze del territorio. La Regione, che ha già stanziato in bilancio la somma di 300 mila euro, fornirà nuove tende che saranno montate con l’ausilio del volontariato che fornirà azione di mediazione, di assistenza e sostegno anche mediante screening sanitari”. “Il Prefetto, per scandire termini e modalità di attuazione delle fasi – conclude la nota – ha preannunciato la sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa fra i protagonisti che recepisca gli impegni assunti da ciascuno e ha comunicato che prima dell’estate si procederà ad una verifica dei provvedimenti che la Regione dovrà adottare in attuazione degli impegni assunti”.