Gioia Tauro (Rc), domenica secondo appuntamento di Gioia Classica con il pianista Luigi Carroccia

carrocciaDopo il successo dell’esibizione del violinista Marco Misciagna dello scorso 13 dicembre, proseguono a Gioia Tauro gli appuntamenti del cartellone di “GioiaClassica” con il concerto, in programma per domenica 17 gennaio 2016, alle ore 18 a Sala Fallara, che vedrà sulla scena il pianista Luigi Carroccia. Il giovane esecutore, di origini laziali, ha già alle spalle un curriculum di grande rispetto. Ricordiamo le recenti ed importanti affermazioni nel 2015 che lo vedono tra i cinque italiani ammessi al celeberrimo Concorso Chopin di Varsavia e finalista all’altrettanto importante Premio Busoni. La tappa di Gioia Tauro è la prima in Calabria del pianista che, successivamente si esibirà a Gioiosa Ionica e al Teatro Umberto di Lamezia Terme. Il giovanissimo talento sin confronterà con alcuni capisaldi della letteratura pianistica,partendo dalla Sonata in fa minore op. 57 “Appassionata”, di Ludwig Van Beethoven, tra le composizioni più significative del secondo periodo, cosidetto “eroico” della produzione beethoveniana. A seguire eseguirà i Klavierstucke op. 118 di Bhrams, tra le pagine più intimistiche del compositore, scritte nel 1893 e dedicate a Clara Schumann. Il programma si concluderà con due composizioni di Chopin: la Barcarola, una delle creazioni più geniali del compositore polacco e la Polacca Fantasia op. 61 in la bemolle maggiore, un lavoro di grande inventiva che si serve della tradizionale danza, alla base delle polonaise scritte fino a quel momento, abbinandola ad una struttura proiettata verso il futuro.