Gioco on line illegale in Italia e all’estero: 11 arresti, in manette anche un boss della ‘ndrangheta

Scoperto un sodalizio, vicino a varie consorterie mafiose, che gestiva illecitamente videolottery e gioco on line a livello nazionale e anche all’estero

guardia-di-finanzaDalle prime luci dell’alba il Servizio Centrale Operativo (SCO) della Polizia di Stato, la Squadra Mobile della Questura di Roma e lo S.C.I.C.O. della G. di F., stanno eseguendo 11 ordinanze di custodia in carcere, emesse dal GIP presso il Tribunale di Roma, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, nei confronti dei componenti di un sodalizio, vicino a varie consorterie mafiose, che gestiva illecitamente la gran parte delle attività di videolottery e gioco on line a livello nazionale e anche all’estero.

Tra i soggetti tratti in arresto figurano un boss della ‘ndrangheta e un noto imprenditore del settore della raccolta del gioco via web collegato a clan camorristici. E’ stato inoltre disposto il sequestro di numerosi beni mobili ed immobili riconducibili agli indagati per decine di milioni di euro.

I dettagli dell’attività saranno resi noti nel corso di un incontro con i giornalisti che si terrà alle ore 11.00 presso gli uffici della Procura presso il Tribunale di Roma.