Dalla maxi rissa del San Filippo al Brasileirão: Adriano Louzada all’Internacional di Porto Alegre

L’ex Reggina Adriano Louzada tesserato ufficialmente dll’Internacional di Porto Alegre

louzadaL’attaccante ex Reggina Adriano Louzada, calcisticamente “nato” e “cresciuto” al Centro Sportivo Sant’Agata di Reggio Calabria, sbarca in un top club internazionale: è stato ufficialmente tesserato dall’Internacional di Porto Alegre che ad ottobre l’aveva preso in prova nella squadra B. Louzada ha convinto tutti e l’anno prossimo giocherà nel Brasileirão, la serie A brasiliana, nel glorioso club di Porto Alegre (la città più a Sud del Brasile calcistico) che qualche settimana fa ha concluso la stagione al 5° posto in classifica.

adriano louzadaLouzada, che compirà 22 anni a febbraio, è arrivato a Reggio dal Brasile nel 2009 quando aveva appena 14 anni. Una lunga trafila al Centro Sportivo Sant’Agata dov’è diventato uomo e calciatore. Con la maglia della Reggina ha esordito addirittura nel 2011 in Coppa Italia (a lanciarlo mister Atzori), poi nel 2012 in serie B dove nel 2013 sempre con Atzori era diventato titolare. In B 10 presenze in gare ufficiali, poi l’anno scorso in Lega Pro 23 presenze e 2 reti fino al simpatico siparietto del San Filippo quando durante la festa della Reggina che aveva vinto il playout salvezza, proprio Louzada entrava in campo dalla tribuna per festeggiare con i compagni ma veniva scambiato per un tifoso dagli steward che hanno iniziato a rincorrerlo, e lui è fuggito correndo più veloce di loro per tutto il campo. Soltanto i suoi compagni di squadra hanno chiarito la situazione, e in quel momento si è scatenata una rissa tra steward proprio sotto il settore ospiti gremito da un migliaio di supporters amaranto festanti.

louzada reggina aversa normannaLouzada tra i più entusiasti della salvezza, ha fatto grande baldoria sul bus cabrio con cui la squadra ha festeggiato per le vie del centro cittadino la sera del 30 maggio.
In tanti avrebbero voluto anche lui tra i volti della nuova Reggina che è ripartita dalla serie D, ma il nuovo club non ne ha voluto sapere e allora Louzada è tornato in Brasile (pur lasciando a Reggio il cuore) e ha conquistato la fiducia di uno dei club più gloriosi del mondo. La prossima sfida è conquistarsi un posto da titolare. Da Reggio non può che partire un grande in bocca al lupo per un ragazzo talentuoso che ha tutto il futuro dalla sua parte e che lascia al Centro Sportivo Sant’Agata e a Reggio Calabria il suo più bel ricordo del Vecchio Continente: dopo tanti anni di gavetta è tornato a casa, dov’era partito per diventare un campione, assicurandosi un contratto con un club che prima dell’esperienza reggina neanche poteva immaginare.