Bova: in rete “Euclidenews”, il nuovo blog degli studenti dell’Euclide

bovaContinua all’Istituto di Istruzione Superiore Euclide di Bova Marina il percorso di giornalismo rivolto ai ragazzi della sezione Liceo Scientifico. Giornalismo, tecniche delle comunicazioni di massa ed esercitazioni alla lettura critica e poi ancora guida al corretto utilizzo dei social. Questi i punti cardine della programmazione che stà caratterizzando il percorso fortemente voluto dalla dirigente Carmen Lucisano riservato agli studenti dell’ultimo triennio, giunto al secondo anno di programmazione.

Quest’anno tra le altre iniziative messe in campo c’è anche la creazione di un blog interamente gestito dagli studenti del corso coordinato dal giornalista Gianfranco Marino  in collaborazione con i docenti del dipartimento di lettere della sezione liceo scientifico.

Una fese delle attività“Ormai da qualche mese – spiega proprio Marino – siamo ripartiti replicando la positiva esperienza che lo scorso anno ha permesso ai ragazzi di cimentarsi in un percorso avvincente che ha prodotto oltre alla collaborazione con il periodico “In Aspromonte” anche la realizzazione di un Tg interamente gestito da loro. Tra le novità rispetto allo scorso anno va segnalato l’inserimento in orario curriculare da parte del dipartimento di lettere dell’insegnamento di giornalismo e tecniche delle comunicazioni di massa per i ragazzi del secondo biennio. L’esperienza di quest’anno che si concluderà il prossimo mese di maggio prevede una parte riservata alla didattica ed una alla sperimentazione pratica. I ragazzi seguiti anche dai docenti di lettere avranno la possibilità di apprendere le principali tecniche di scrittura giornalistica, approcciare la lettura critica e l’analisi dei testi, sperimentare la gestione delle attività di redazione e da quest’anno la gestione di  un nuovo blog (www.euclidenews.altervista.org). Proprio quest’ultimo aspetto – conclude Marino – costituisce una delle novità più interessanti, semplicemente per il fatto che il nuovo blog permetterà ai ragazzi di divulgare attraverso la rete non solo i propri lavori, ma anche le proprie personali impressioni sulle diverse dinamiche che si agitano sia nell’Istituto che nella realtà che li circonda”.