Basket A2, Rieti-Viola 68-59: non basta la reazione finale, Feliciangeli ferma i neroarancio

Alla Viola non basta un ottimo inizio di partita contro Rieti, troppi errori in fase difensiva per la squadra neroarancio ed ingenuità che sono costate il match

viola 2Dopo il convincente successo al PalaCalafiore contro Barcellona, la Viola non intende fermarsi nella trasferta contro Rieti, reduce da tre sconfitte consecutive e che può contare su due punti in più rispetto alla squadra neroarancio. Coach Benedetto prova ad affidarsi all’uomo più in forma, Rullo e spera di ritrovare il miglior Crosariol che può risultare decisivo sotto canestro. I padroni di casa invece puntano sull’esperienza del capitano Feliciangeli e su Parente e Pepper.

viola 3LA GARA – Inizio sprint per la squadra neroarancio che prova subito a lasciare la propria impronta sul match, break importante nei primi minuti firmato da Costa, autore di una grande giocata in avvio e Rullo, i padroni di casa fanno una grande fatica in attacco e sbloccano il punteggio con due liberi di Parente. La Viola sembra in giornata positiva e cerca l’allungo con Brackins, dopo un inizio sottotono si sblocca anche Lupusor. Rieti si affida al Feliciangeli ed inizia la rimonta, al primo intervallo il distacco è di 5 punti (14-19). Il secondo quarto vede protagonisti i padroni casa che canestro dopo canestro ed ancora trascinati da Feliciangeli firmano il primo sorpasso grazie a Pepper.

violaLa squadra di Benedetto sembra accusare il colpo e non riesce a trovare con continuità la via del canestro, solo uno strepitoso Crosariol, decisivo nelle due fasi riesce a tenere a galla i neroarancio. Una tripla di Feliciangeli firma il +6 per Rieti, ancora Crosariol è pericolosissimo ed un canestro di Longobardi manda le due squadre all’intervallo lungo sul punteggio di 40-30. Nella ripresa si sblocca anche Buckles che dopo una tripla firma il massimo vantaggio, un sorprendente Costa firma il primo canestro della Viola nella ripresa. Dobbins e Rullo firmano un mini-break per la Viola che prova a correre in contropiede per mettere in difficoltà Rieti, al 26′ il distacco per i neroarancio è di 8 punti. L’atteggiamento della Viola al ritorno sul parquet è positivo, Dobbins entra in ritmo ma il problema della Viola sembra la fase difensiva. Il terzo quarto si chiude sul 54-44. Rieti scappa, Rullo non è in giornata di grazia e sbaglia da tre punti, coach Benedetto costretto a chiamare timeout. Negli ultimi minuti reazione della Viola che con una tripla di Freeman prova a rientrare nel match ma Rieti controlla nel finale. Finisce 68-59.

IL COMMENTO FINALE: Passo indietro per la Bermè Viola Reggio Calabria che in questo campionato fa fatica a trovare continuità di risultati e prestazioni. Dopo un avvio di gara contro Rieti incoraggiante, la squadra di Benedetto non è riuscita a confermarsi per tutti i 40 minuti, tante difficoltà soprattutto in difesa ed incapacità di marcare l’uomo più pericoloso, il capitano Feliciangeli, autore di una prestazione da incorniciare. Per la Viola positiva la prova di Crosariol, sorpresa Costa autore di una partita sorprendente mentre delude ancora una volta Freeman.

RIETI: Buckles 5, Mortellaro 17, Benedusi 5, Parente 12, Pepper 7, Hidalgo, Della Rosa, Feliciangeli 18, Longobardi 4, Ponziani, Auletta.

VIOLA: Costa 5, Lupusor 5, Rullo 10, Brackins 4, Dobbins 12, Freeman 8, Pandolfi, Sindoni Crosariol 11, Spinelli 4.