Arredo urbano, dalla provincia 20 mila euro al Comune di Bova: la soddisfazione del consigliere Marino

Gianfranco MarinoVarato qualche giorno addietro dalla Giunta provinciale l’intervento a sostegno delle iniziative dei comuni relative alla riqualificazione urbana ed all’impiantistica sportiva. Ventimila euro al Comune di Bova per la riqualificazione urbana. Ad esprimere soddisfazione attraverso una nota ufficiale per la destinazione delle nuove somme in favore del proprio comune è Gianfranco Marino consigliere comunale del gruppo autonomo “In Medio Stat Virtus”. “Qualche giorno addietro – dice Marino – la giunta provinciale con delibera N°201 ha sottolineato come le attività promosse dai Comuni, finalizzate ad interventi di edilizia ed impiantistica sportiva, ma anche di riqualificazione urbana e tutela del verde pubblico rappresentino una priorità da sostenere. Registro con grande soddisfazione la destinazione della somma di 20.000 € in favore del nostro comune, destinata alla realizzazione opere di riqualificazione, arredo urbano e tutela del verde, un passaggio che rappresenta un importante segnale di attenzione verso il nostro centro, attenzione peraltro sempre testimoniata nei quasi cinque anni di attività amministrativa. Alla luce di questo nuovo importante segnale di sinergia istituzionale - prosegue Marino - mi sento di rivolgere un doveroso ringraziamento al consigliere provinciale Pierpaolo Zavettieri, bovese ed unico rappresentante di un’area altrimenti come spesso capita relegata ai margini della programmazione politica ed istituzionale. L’attivismo di Zavettieri, la sua presenza sempre puntuale e la sua attenzione rispetto alle istanze che giungono dal nostro e dagli altri comuni dell’Area danno un quadro complessivo di un politico a tutto tondo che vive io problemi del territorio, leggendoli e sapendo fornire le giuste risposte, restituendo così alla politica fatta sul campo la sua giusta dimensione. Un doveroso grazie per la sensibilità sempre dimostrata va naturalmente anche al Presidente Raffa, anche lui parimenti attento a cogliere le esigenze di una parte di provincia altrimenti sempre ingiustamente sacrificata alla logica dei numeri. Quest’ultimo passaggio -conclude Marino – ha un’importanza che va oltre l’entità della somma, rappresentando un’ulteriore possibilità di proseguire in quel percorso di riqualificazione urbana partito ormai da oltre vent’anni che ha il merito di averci consegnato un centro profondamente mutato nella forma e nelle prospettive”.