Allerta Meteo, tanta neve nelle prossime 48 ore al Centro/Sud: ecco le zone più colpite [FOCUS]

Allerta Meteo, tutti i dettagli per le prossime ore: temperatura in picchiata nelle prossime 18 ore, neve fin su coste e pianure del Centro/Sud

Allerta-Meteo-freddo-e-Neve-al-Sud1-640x538L’aria fredda sta affluendo sull’Italia in queste ore, esattamente come previsto nei giorni scorsi: proprio a causa dei contrasti termici si stanno formando i primi violenti temporali tra la Sardegna, il Lazio, la Campania, la Calabria e la Sicilia. I fenomeni sono intensi soprattutto nelle zone marittime del mar Tirreno, e localmente sono segnalate forti grandinate che imbiancano anche alcune zone costiere. Tra le Regioni più colpite dalle precipitazioni c’è la Calabria, con picchi di oltre 65mm giornalieri. Le temperature stanno diminuendo ovunque; i nuclei d’aria gelida più fredda devono dopotutto ancora arrivare. L’instabilità di queste ore è solo l’inizio. Da stasera arriverà il vero gelo, con temperature in picchiata ovunque dopo il tramonto e nel corso della sera/notte.

Come ampiamente previsto nei precedenti bollettini meteo, il “clou” di freddo e neve sarà tra Domenica 17 e Lunedì 18. Confermati i dettagli già precedentemente delineati. Le zone più colpite saranno quelle del medio-basso Adriatico e il basso Tirreno, tra Sicilia e Calabria meridionale, dove si verificheranno abbondanti precipitazioni, nevose fino a bassa quota. A partire da domenica pomeriggio, infatti, la neve potrà cadere fin su coste e pianure ovunque dalla Calabria centrale in su’, Salento compreso.

Invece all’estremo Sud, tra Calabria meridionale e Sicilia, nevicherà con accumulo a quote collinari, oltre i 100 metri intorno allo Stretto di Messina, nella Sicilia orientale e nord/orientale, oltre i 200300 metri nella Sicilia nord/occidentale. Le precipitazioni più abbondanti saranno nell’Appennino centro/meridionale tra Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata settentrionale e zone interne della Campania. Al Sud tra Aspromonte, Peloritani, Etna, Nebrodi e Madonie. I fenomeni si esauriranno nel pomeriggio/sera di lunedì 18, ma continuerà a fare freddo anche nei giorni successivi. Confermati per le prossime ore anche i forti venti settentrionali con furiose mareggiate sulle coste esposte. Attenzione alle raffiche superiori ai 100km/hche potranno provocare danni e disagi in molte località.