A Messina la Tavola Rotonda dal titolo “Grani Antichi di Sicilia e Nuovi Stili di Vita”

locandina 11 gennaio 2016_Si svolgerà presso la Libreria Colosi la Tavola Rotonda – “Grani Antichi di Sicilia e Nuovi Stili di Vita” lunedì 11 gennaio 2015 ore 15:00. Quello dei Grani Antichi di Sicilia è uno dei tre filoni fondamentali di Slow Food Sicilia. Sempre più è necessario che i produttori, i mugnai, i panificatori, i pastai, i ristoratori, le pizzerie, le pasticcerie e chiunque faccia parte della filiera del grano, e che sposa i principi Slow Food della territorialità e del buono pulito e giusto, consideri questo prodotto fondamentale come “Cibo Quotidiano”. La fondatrice della Comunità dei Grani Antichi di Sicilia di Slow Food, Stefania Mancini Alaimo, Segretaria di Slow Food Sicilia è la persona a cui siamo più grati per aver avuto questa splendida idea e che si batte perchè ciò avvenga. Di fronte all’acuirsi di fenomeni globali quali i cambiamenti climatici,l’inquinamento dell’aria e dell’acqua, la cattiva alimentazione, la scarsità di movimento fisico e tante altre espressioni di stili di vita non più sostenibili per il futuro del Pianeta, bisogna anche partendo dal Cibo incidere sulle filiere come sostiene il Presidente di Slow Food Italia, Nino Pascale, puntando sulle giovani generazioni di oggi che hanno ereditato un mondo in grave crisi, sia economica-sociale che ambientale, ma molti giovani richiedono di essere parte della soluzione e non più parte del problema, come i Giovani di Slow Food Valdemone, che attivamente contribuiscono anche a questa iniziativa, anche acquisendo strumenti e conoscenze sulle problematiche in atto: questi giovani possono cominciare ad individuare uno stile di vita più sostenibile e salutare. Nel corso della Tavola Rotonda sarà presentato il Calendario Ambientale 2016 (www.calendarioambientale.it) dedicato a: “I Grani Antichi di Sicilia”. Gli interventi programmati saranno quelli del Direttore della Stazione Sperimentale di Granicoltura di Caltagirone G.Venora, dell’Agricoltore Custode G.Li Rosi e dell’Archeologa L.Liuzzo. Gli organizzatori “ringraziano le Associazioni che hanno coorganizzato con la Condotta Slow Food Valdemone l’iniziativa”.