A Messina il concerto realizzato dal duo Francesca Dego e Francesca Leonardi

Il 2016 inaugura per l’Accademia Filarmonica di Messina con un concerto molto raffinato domani – sabato 9 gennaio, alle ore 18, al Palacultura “Antonello”, realizzato dal duo Francesca Dego al violino e Francesca Leonardi al pianoforte. E’ il primo di tre appuntamenti con il ciclo dell’esecuzione integrale delle sonate per violino e pianoforte di Beethoven

Francesca Dego violino e Francesca Leonardi pianoforte_Acc.Fil.MEIl nuovo anno per l’Accademia Filarmonica di Messina inizia con un concerto molto raffinato domani – sabato 9 gennaio, alle ore 18, al Palacultura “Antonello”. Si tratta del primo appuntamento con il ciclo dell’esecuzione integrale delle sonate per violino e pianoforte di L. V. Beethoven. Ad eseguirle Francesca Dego al violino e Francesca Leonardi al piano che ne hanno appena completato la registrazione per Deutsche Grammophon!! La performance di domani-giorno 9 sarà il primo di tre eventi con le straordinarie Francesche, impegnate nella realizzazione di quest’integrale in tutta Italia e in giro per il mondo per le più rilevanti e prestigiose associazioni concertistiche. Ingresso per i non abbonati €15. Francesca Dego, 27nne, è considerata fra le migliori interpreti italiane di oggi. A seguito dell’immediato successo del suo disco di debutto per Deutsche Grammophon con i 24 Capricci di Paganini suonati sul Guarneri del Gesù appartenuto a Ruggiero Ricci, si sta ora dedicando a incidere l’integrale delle sonate di Beethoven. Vincitrice di numerosi concorsi internazionali, nel 2008 è stata la prima violinista italiana ad entrare in finale al Premio Paganini di Genova dal 1961 aggiudicandosi inoltre il premio speciale “Enrico Costa” riservato alla piu’ giovane finalista. Debutta da solista a soli 7 anni in California con un concerto di Bach, in Italia a 14 con Beethoven e l’anno dopo esegue Mozart con Shlomo Mintz a Tel Aviv. Da allora, è invitata ad esibirsi come solista con le più importanti orchestre tra cui i Cameristi della Scala, l’Orchestre Philharmonique de Nice, la Sofia Festival Orchestra, la EUCO, Teatro Colon, la Verdi di Milano del Teatro Verdi di Trieste, i Solisti di Rostov, Comunale di Bologna, la Israel Sinfonietta Beer-Sheva, Carlo Felice di Genova, a fianco di solisti e direttori del calibro di Salvatore Accardo, Gabriele Ferro, Bruno Giuranna, Gianluigi Gelmetti, Derrik Inouye, Julian Kovatchev, Wayne Marshall, Antonio Meneses, Domenico Nordio, Donato Renzetti, Daniele Rustioni, e Xian Zhang. Ha suonato alla Wigmore Hall e alla Royal Albert Hall di Londra, a Mosca (Sala Tchaikovsky) e San Pietroburgo, a Bruxelles, in Austria e in Francia. Ha partecipato da solista ai Concerti per la Vita e per la Pace a Betlemme e Gerusalemme trasmessi dalla RAI in mondovisione.

Ha effettuato con la sua pianista Francesca Leonardi la prima tournée in Cina in agosto 2014, in questa stagione debutta a Lisbona con l‘Orchestra del Teatro Sao Carlos, con l’Orchestre Philarmonique di Monte-Carlo, con l’Orchestra da Camera di Mantova, ritorna in USA e debutta in Germania, in Giappone con la Tokyo Symphony ed in Mexico con l’Orquesta Sinfonica de Guanajuato, Mexico, al Festival Internacional Cervantino. Francesca Leonardi è una pianista assolutamente fantastica; unisce ad una musicalità pura ed affascinante una tecnica irreprensibile”, così scrive di lei il famoso violinista Salvatore Accardo. A marzo 2014 è uscito il suo cd di debutto per Deutsche Grammophon con le sonate di Beethoven per violino e pianoforte, al fianco della violinista Dego con cui collabora regolarmente da dieci anni. Ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di 3 anni sotto la guida di Graziella Bianchi per poi proseguire con Paolo Bordoni presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, dove si è diplomata in pianoforte con 10 e lode e menzione d’onore e musica vocale da camera, sempre con il massimo dei voti e la lode. Si è inoltre perfezionata presso l’Accademia Musicale di Pescara, l’Accademia Musicale Chigiana di Siena e il Royal College of Music di Londra con Nigel Clayton e Roger Vignoles. Nel Settembre 2011 le è stata assegnata dal Royal College of Music la borsa di studio Phoebe Benham come accompagnatrice nelle classi di strumento. Fin da giovanissima si è segnalata in diversi concorsi pianistici nazionali e internazionali vincendo quattordici primi premi. Dopo aver debuttato a 16 anni con l’orchestra del Rosetum eseguendo il concerto K 415 di Mozart, si è esibita come solista con molte orchestre italiane ed estere. Si esibisce costantemente in pubblico e ha tenuto concerti nelle più importanti sale da concerto e per prestigiose stagioni cameristiche in Italia, Regno Unito, Francia, Svezia, Svizzera, Austria, Giappone, Argentina, Perù, Medio Oriente e Stati Uniti. Svolge un’intensa attività concertistica nel campo della musica da camera collaborando con strumentisti e cantanti e dal 2011 forma un regolare duo col noto pianista inglese Nigel Clayton. Numerosi i suoi lavori discografici, subito accolti favorevolmente dalla critica. Alcuni brani del suo secondo cd sono stati inseriti nella colonna sonora del film del pluripremiato regista americano Steven Kroschel, “The Beautiful Truth” (2008). Si è esibita nell’ambito di programmi televisivi e radiofonici su Radio 3, Radio Popolare, Radio Classica, sulla Radio della Svizzera Italiana, Radio Vaticana, Rai 3, Tv2000 e Rai News. Tra gli impegni recenti, il debutto da solista negli Stati Uniti col Concerto n°5 “Imperatore” di Beethoven, il Doppio Concerto di Mendelssohn con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, il Concerto n°1 di Shostakovich a Bariloche (Argentina), recitals in Italia, Regno Unito, Germania, Perù, Libano, al Teatro Colon di Buenos Aires, alla Royal Albert Hall di Londra, una tournée di 8 concerti nelle sale più prestigiose della Cina e un recital al Teatro Municipal di Rio de Janeiro come rappresentante dell’eccellenza musicale italiana accanto alla Nazionale azzurra.